Un mio non recentissimo articolo che dovevo assolutamente riproporvi.

C’è chi lo utilizza nel fisso, chi sul portatile o sul netbook, chi sul tablet o sullo smartwatch. Ma avete pensato ad usarlo sul vostro frigorifero? Il titolo vuole un po’ essere il pensiero dei creativi ideatori del primo frigorifero ideato per avere, come sistema operativo interno, Linux Ubuntu, nella sua versione Snappy Core, ideata inizialmente per il cloud ma poi estesa anche a diversi device.

Un frigorifero con sistema operativo Linux Ubuntu?

Sembra incredibile, ma non è la prima volta che si parla di Ubuntu su frigorifero. Diversi modelli Samsung ne hanno già integrato la distro all’interno nel “lontano” 2012, ma questo in particolare si chiama ChillHub, ha un vano freezer, Snappy Core e 2 porte USB:

A cosa mi serve Ubuntu dentro?

Essendo equipaggiato con un chip Wi-Fi (cosa ormai ovvia per qualsiasi frigorifero (?)) può, tramite un’apposita app per smartphone, inviarci alcuni dati come ad esempio la temperatura interna. Grazie alle porte USB invece, avremo la possibilità di usare due “add-on”: una brocca capace di misurare la quantità di latte residua ed un’altra che si riempie automaticamente di acqua. Ingegnoso, no?

Cosa ne pensa il creatore?

FirstBuild, produttore di questo interessante (ma alcuni diranno il contrario) dichiara:

ChillHub è più di un frigorifero. È una piattaforma di sviluppo aperta per hacker, smanettoni e sviluppatori.

come non dargli torto. Ma davvero ci metteremo a smanettare un frigorifero? Una cosa è certa: ha anticipato il futuro. Eccovi un video del progetto già realizzato:

Mi fai vedere il frigorifero o no?

Calma, calma. Eccolo quì in tutta la sua bellezza:

disponibile in versione bianca, ha una forma piuttosto classica. Forse troppo. Ma è tutta una questione di gusti. Trovate maggiori informazioni, e link all’acquisto di circa 710 € a questo indirizzo. Alla prossima 🙂

P.S.: Per chi se lo stesse chiedendo, probabilmente il progetto è stato chiuso. Sorry.