Così come Deemo, anche Cytus è uno dei capolavori di Ryark games, che portano questo gioco musicale di alto livello sul Play Store gratuitamente. Descrizione e tutto il resto in basso!

Descrizione!

❖❖Benvenuto nel Mondo della Musica Cytus❖❖

VIVI LA MUSICA E L’ARTE, IL TEMPO ED IL RITMO!

Guarda le schermate e vedrai il più MERAVIGLIOSO gioco musicale iOS al mondo!
RIPRODUCI LA MUSICA e DIVERTITI!

❖CARATTERISTICHE❖
– 200 e + brani, 400 e + variazioni, includendo molti dei compositori famosi di tutto il mondo
– Meravigliose rappresentazioni grafiche disegnate a mano (come illustrato nelle schermate)
– Sistema linea di scansione attiva facile ed intuitivo e 3 tipi di note
– Varie modalità di visualizzazione permettono la facile visione in anteprima delle note
– Tempi e ritmi veloci forniscono un feedback soddisfacente per i tocchi
– Più di 9 livelli di difficoltà per le sfide più interessanti ed il massimo divertimento
– Vari generi musicali: POP, JAZZ, TRANCE, HARDCORE, DRUM ‘N BASS e molti altri
– Collegati a Facebook&Twitter e mostra le tue capacità Cytus

❖COME SI GIOCA❖
– Segui la linea di scansione attiva
– Tocca ciascuna nota come la linea ci passa sopra
– Per ottenere un punteggio più alto tocca le note quando la linea è al centro della nota!

❖STORIA❖
In un lontano futuro gli unici esseri senzienti al mondo sono robot.
Sono l’ultima traccia dello spirito umano.
Tuttavia, l’umanità non è morta.
Esiste una tecnologia capace di trasferire le memorie a questi robot.
Però, a causa dello spazio limitato, le nuove memorie gradualmente sovrascrivono quelle vecchie.
Per impedire che le emozioni delle memorie umane svaniscano, i robot convertono le emozioni in musica e le conservano in un luogo chiamato Cytus.
I robot usano questi brani per provare le emozioni umane e sognare di possedere un’anima…

Download!

Scaricate Cytus 10.0.9 MOD APK (Tutto sbloccato!) da qui (APK) da qui (DATA)

  • Emanuele Antonio Faraone

    Ciao salvo! Vedi che é stato rilasciato Mir 0,25 con molte novità se vuoi facci un articolo a riguardo

    • Grazie Emanuele, ci faccio un articolo il prima possibile 🙂