Mia non recentissima guida, ma sempre attuale e revisionata. Eccola come non l’avete mai vista.

Una guida di vitale importanza, che non avevo ancora proposto, è proprio quella indicata nel titolo. L’hotspot è una funzionalità introdotta da Android da diversi anni, e sicuramente può tornarci utile. Vi ricordo che l’hotspot (o tethering portatile) è la capacità di condividere la connessione dati del vostro device Android con altri dispositivi che dispongono di Wi-Fi, come telefoni, tablet, televisori ecc.

Quanti tipi di Tethering esistono su Android?

Su Android, essendo un sistema molto sviluppato ed “esteso“, esistono ben tre tipi di Tethering:

1) Tethering Wi-Fi: Trasforma il vostro telefono in una sorta di Router, tramite cui gli altri dispositivi si possono collegare tramite Wireless;

2) Tethering Bluetooth: Fa le stesse cose del primo tipo di Tethering, tuttavia questa opzione consente di collegare solo un dispositivo per volta e di consumare meno batteria della prima opzione;

3) Tethering USB: Il vostro telefono si trasforma in un modem, grazie ad un cavo USB tra telefono e PC. Il punto forte? Non si scarica, anzi, grazie all’alimentazione USB, il telefono si ricaricherà.

Come si attiva l’Hotspot (tethering portatile) su Android?

Attivare questa funzionalità è molto semplice, e vi illustriamo passo-passo il procedimento:

A)Andate nelle impostazioni del telefono:

impostazioni-android

B) Premete su Altro…, e poi su  Tethering/hotspot portatile:

menu-hotspot-android

D) Selezionate il tipo di Tethering che preferite 🙂

Vi ricordo che per ulteriori approfondimenti e domande, non vi resta che chiedere 🙂