Ancora buone, se non ottime notizie per il mondo Linux (e non solo). Alcuni ingegneri di Intel hanno avuto un po’ di tempo per scrivere del codice che sarà sicuramente molto utile a tutti, ovvero il supporto basilare all’architettura Apollolake di Intel, architettura che si presume arriverà nel tardo 2016.

Il supporto è stato inserito direttamente dentro Coreboot. Volendo partire dalle basi, Coreboot è un firmware esteso creato dalla free software foundation (FSF), creato appositamente per essere utilizzato come rimpiazzo del BIOS proprietario dei PC. Parlando invece di Apollolake, si tratta di un architettura per SoC che saranno costruiti a 14 nanometri, ma esclusivamente a risparmio energetico e quindi adatti per netbook, chromebook e computer simili.

Potete trovare il supporto aggiunto a questo indirizzo con la seguente descrizione annessa:

soc/intel: Add skeleton infrastructure for Apollolake SOC

This is the very very minimum needed to compile the code.