Il logo ufficiale.

Altra mia perla di qualche anno addietro, ancora perfettamente funzionale.

Pitivi è un editor video per Linux davvero molto interessante, perché permette di effettuare rendering e contemporaneamente convertire il file nel formato che preferite. Pochi fanno lo stesso.

Nessuno però ci spiega come funziona, quindi ho deciso di mostrarvi personalmente, io che lo uso tutti i giorni, come si utilizza.

So che la versione 0.13.5 non è certo la più aggiornata, ma il funzionamento in line di massima è più o meno lo stesso.

Iniziamo subito!

Una delle versioni più recenti!

1. Punto base: come inizio ad inserire dei file nel progetto?

Fino a qui, anche un tricheco microcefalo ci arriverebbe. Basta aprire il programma, dopodiché avete due possibilità: o trascinate i file dentro il programma (nella zona in alto a sinistra) o selezionate “Importa Clip” e li inserite dentro.

2. E adesso?

Selezionate il file che volete inserire sulla “Linea Temporale” (la parte in grigio scuro sotto, in tutti i programmi di editing video) e trascinateli su di essa. Dopodiché, inizia il vero divertimento.

3. Come si taglia un video su Pitivi?

Selezionate, sulla line temporale, il/i punto/i che volete tagliare e, spostandovi col mouse sull’icona della forbice in basso a sinistra, cliccateci su: il gioco è fatto:

4. E se volessi dividere audio e video?

Basta selezionare la traccia video/audio sulla linea temporale, spostarsi col mouse sull’icona dei due rettangoli con le freccette e cliccarci su. L’operazione inversa, con l’icona accanto, è possibile.

5. Per cambiare il volume?

C’è una barra rossa grande come un parco al centro della line temporale. Basta alzarla e abbassarla per aumentare e diminuire corrispettivamente il volume. Se volete cambiare il volume in determinati, magari piccoli punti, dovete dare un doppio click veloce sulla barra: spunteranno dei puntini. Potete crearni quanti volete e, grazie a questi, potrete gestire il volume in assoluta e precisissima comodità.

6. Effetti grafici? Transazioni? Dove sono?

Questa versione di Pitivi, la 0.13.5, non li include.

Tuttavia, al momento, sul sito ufficiale, è presente la versione 0.97 che li implementa oltre a sistemare davvero tante cose. Prestissimo, uscirà anche la versione 1.0, che cambierà ancora moltissime cose.

 Per questa guida è tutto amici: per altre domande, sono sempre qui 🙂