I processori Intel di sesta Generazione, nome in codice Skylake, portano con sé tantissime nuove funzionalità oltre che nuova potenza di calcolo (che non cessa mai di essere utile). Tuttavia, non si sa per quale ragione, ma non esisteva, fino ad oggi, un buon supporto software per utilizzarli al meglio su Linux.

Grazie a questo commit viene finalmente aggiunto il supporto alle più recenti e complesse feature di Skylake in versione x86 all’infrastruttura di compilazione LLVM, ovvero un programma che non fa altro che ottimizzare programmi in fase di compilazione/linking/esecuzione e quant’altro (un programma molto importante generato dall’università dell’Illinois nel 2000).

Elena Demikhovsky di Intel porta questo supporto, che permetterà quindi di esporre tutte le varie istruzioni delle nuove CPU al supporto completo dei nuovi processori Intel. Tra alcune di questi set di istruzioni troviamo SMAP, IFMA e PREFETCHWT1. Questo aggiornamento inoltre dà il via ad un supporto iniziale per i processori Cannonlake, i successori di Skylake.