Ebay, il noto sito di vendite di aste-online, si caratterizza su tutti gli altri proprio per il suo funzionamento, davvero unico nel suo genere e molto interessante (oltre che altamente personalizzabile).

Certo, se create troppe inserzioni al mese, dovrete pagare qualcosina per vendere gli oggetti, stessa cosa con alcune personalizzazioni, ma ogni sistema ha i suoi “difetti”.

Vi mostro alcuni consigli utili per vendere su Ebay, in maniera da guadagnare di più ed in maniera sicura e possibilmente gratuita (o con la spesa minore possibile).

1: Quanto mi costano le inserzioni?

Meglio partire dalle basi. Su Ebay, almeno al momento in cui sto scrivendo l’articolo, ci sono i seguenti prezzi:

Tariffe d’inserzione per la messa in vendita del tuo oggetto

Tariffa mensile Numero di inserzioni mensili con tariffa d’inserzione gratuita* Formato: Asta online** e/o Compralo Subito Tariffa d’inserzione dopo aver superato il limite mensile* Formato: Asta online Tariffa d’inserzione dopo aver superato il limite mensile* Formato: Compralo Subito

Senza Negozio

EUR 0

50

EUR 0,35

EUR 0,35

Con Negozio Base

EUR 19,95

100

EUR 0,35

EUR 0,15

Tutte le tariffe includono l’IVA

fondamentalmente, potete vendere ciò che volete gratuitamente fino ad un massimo di 50 inserzioni al mese. Oltre, dovrete pagare le cifre viste in tabella per ciascun oggetto venduto.

Per info sui prezzi aggiornati all’ultimo momento, guardate qui.

i prezzi inoltre varieranno se effettuate delle personalizzazioni alla vostra asta, come il famoso Prezzo di Riserva, che permette di annullare la vendita dell’oggetto se i compratori non hanno raggiunto una cifra di vendita minima da voi desiderata (su cui ovviamente Ebay “ci mangia” abbastanza). Roba di pochi centesimi, ma ricordatevi che 1+1 fa 2 e così via.

2: Fake bids

Si, c’è il trucco. Avete degli amici? Bene! è il momento di chiedergli un piccolo aiuto: mettete in vendita il vostro oggetto in asta ad un prezzo particolarmente basso. Aspettate che arrivi qualche offerta: nel momento in cui sta per scadere l’asta, il vostro amico farà una puntata. Se il prezzo non vi soddisfa, fate aumentare la puntata all’amico, fino a quando lui (ed i potenziali acquirenti) non arriveranno ad un prezzi importante. Ecco fatto! Avete venduto il vostro oggetto ad un bel prezzo.

Nel caso in cui l’offerta del vostro amico sia la più alta, una volta aggiudicato l’oggetto si può tranquillamente rifiutare. Semplice, no?

3: Prezzo di riserva

Non potevo non parlarne. Tra le opzioni di personalizzazione di vendita degli oggetti di Ebay (secondo me, molto poco chiara), è presente l’opzione Prezzo di riserva. Questa specialissima opzione vi permette di fissare un prezzo minimo (invisibile all’acquirente) a cui volete che l’oggetto venga venduto.

Idea geniale, se non fosse che è a pagamento. Costa poco, ma costa.

4: Immagini…

Spesso, anzi spessissimo, su Ebay si vedono oggetti venduti con immagini prese palesemente da internet: bene, evitate assolutamente questa cosa. Fate voi delle foto, anche brutte, e caricatele su Ebay o su un servizio di hosting immagini a parte (ImageShack ecc.).

Le immagini sono la vetrina della vostra inserzione: una brutta vetrina (o peggio ancora, falsa), non fa altro che allontanare i possibili acquirenti.

5: Titolo dell’asta

Il titolo dell’asta deve contenere un riassunto, estremamente chiaro e specifico, di ciò che state vendendo. Se vendete un paio di scarpe, e ad esempio scrivete “paio di scarpe blu” come titolo, penso riceverete solo abusi verbali dagli utenti.

Scrivete la marca, il modello preciso e magari il colore se serve. Ma niente di chilometrico: avrete la descrizione apposita per approfondire il discorso.

6: Disponibilità, gentilezza, velocità

Controllare la posta, dare un’occhiata alle aste, spedire velocemente, magari confezionando in maniera accurata il pacco, rispondere in maniera esaustiva, gentilmente e con velocità: ecco cosa serve su Ebay. In questa maniera avrete dei buoni pareri.

Avere dei feedback positivi su Ebay non è importante, è fondamentale. Nessuno compra da un venditore con feedback negativi. Nessuno.