Home / News / VLC supporta ora Zero-Copy: tagliamo in due i processi migliorandone l’efficienza
VLC!

VLC supporta ora Zero-Copy: tagliamo in due i processi migliorandone l’efficienza

Da VLC un’interessante novità: arriva il supporto a Zero-Copy per GStreamer, che permette letteralmente di tagliare in due il numero di processi eseguiti, portando ad un vero miglioramento prestazionale per CPU e Hard Disk. Tuttavia, Zero-Copy non è affatto una funzione semplice da comprendere e potreste trovarvi leggermente spaesati proseguendo la lettura, ma spero di semplifica al massimo la questione trattata.

Non proprio comune..

Zero-Copy lavora direttamente sul kernel del sistema, influenzandone anche parametri come la scrittura sui vari hard disk di sistema e su come deve comportarsi la CPU in merito alla copia di alcuni file. Normalmente, un processo di copia avviene in molteplici passaggi, che partono da un richiamo verso il Kernel fino ad una conferma stessa della copia avvenuta.

Zero-copy off
Un tipico processo di copia, in 4 passaggi, senza Zero-Copy.

Cercando di mantenermi e mantenervi lontano dai dettagli puramente tecnici, solitamente la duplicazione (o lo stream o processi di simili tipo, che fanno anche quindi parte di GStreamer su VLC), prevedono una confusione davvero esagerata su di un sistema, che ovviamente non ne risente poi molto avendo a disposizione processori recenti come quelli dei giorni nostri (provate a copiare un file su un PC del 1985. Fatemi sapere com’è andata).

Zero-copy
Zero-copy attivo.

grazie al supporto di Zero-Copy su VLC, i passaggi da eseguire saranno decisamente minori, tagliati a metà, traducendo il tutto in miglioramenti (seppur lievi, poi dipende dalla dimensione dei file) prestazionali del proprio PC (risparmiate tempo e risorse messe in campo per il/i processo/i).

Tutto ha un prezzo, o quasi

Zero-Copy è sicuramente una straordinaria idea, tuttavia ha anche lei i suoi svantaggi. Prevedendo appunto dei passaggi minori per l’elaborazione e la copia dei file, è molto più semplice che, a causa magari di qualche bug o qualche interruzione imprevista (vi tengo lontani dalla parte tecnica) potreste ritrovarvi più facilmente a perdere il file in questione, che può significare uno stream interrotto o un file corrotto.

Ad ogni modo, anche Zero-Copy si sta evolvendo (e gli sviluppatori che lo adottano pensano bene a come usarlo senza ulteriori  ripercussioni negative) e presto sono sicuro si troveranno delle soluzioni al problema citato.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Ubuntu 20.04 LTS continua a rimuovere Python 2

Linux Ubuntu è seriamente intenzionato a rimuovere i propri pacchetti Python 2 dal proprio sistema …