Gli operatori telefonici Wind e Tre, nell’ultimo periodo, hanno avuto modo di confrontarsi, di avvicinarsi molto, permettendo la nascita di un nuovo futuro insieme, un nuovo operatore che presto sarà tra noi e prenderà il nome di Wind Tre S.p.A.

Il tutto avrà inizio a partire dal 31 Dicembre 2016, dove sarà possibile ammirare la più grande operazione italiana di M&A (Merge & Acqisition) degli ultimi anni, che porta la fusione fiscale di Wind Telecomunicazioni S.p.A. e H3G S.p.A, che riporterà partita IVA numero 13378520152, ovvero quella avuto sino ad ora da H3G S.p.A.

Avverrà quindi un passaggio del 100% di proprietà da Wind S.p.A. ad H3G S.p.A. con dislocamento dei dipendenti dalla prima alla seconda società. La seconda società sarà controllata e contesa al 50% tra i due magnate: CK Hutchison Holding Limited e Vimpelcom Limited.

La nuova squadra prevede 8 prime linee con manager di esperienza nazionale e internazionale: Dina Ravera (Merger Integration Officer), Stefano Invernizzi (Cfo), Benoit Hanssen (Technology), Paolo Nanni (Business & Wholesale), Luciano Sale (Human Resources), Mark Shalaby (Compliance, Legal & Regulatory), Michiel Van Eldik (Consumer & Digital) e Massimo Angelini (PR Internal & External Communication)

Cosa cambierà agli utenti dopo la fusione?

La parte più importante, per un utente, è appunto sapere cosa cambierà dopo questa importante fusione. Sul fronte prezzi, rimarrà tutto invariato (almeno inizialmente, con le varie offerte a disposizione) inoltre anche il segnale dovrebbe rimanere identico.

La fusione è iniziata solo adesso e terminerà nel corso del 2017, dove si fonderanno anche le infrastrutture, verranno rimodulati i piani tariffari, ne verranno creati di nuovi e molto altro. Inoltre, grazie a ben 21.000 punti di trasmissione ed all’accordo con OpEn Fiber (gruppo Enel), verrà creata una rete ultra larga che quindi ne migliorerà pesantemente le prestazioni.

Se Wind e Tre si fondono, rimane un posto libero?

Esatto, e quella fetta ha intenzione di prenderla Free Mobile, l’operatore francese che ha intenzione di fare una bella concorrenza a tutti gli operatori italiani.