Home / News / 32 e 64 bit: qual’è la vera differenza?

32 e 64 bit: qual’è la vera differenza?

Passiamo oggi ad uno dei più interessanti dubbi dell’era dell’informatica moderna. Una domanda che ha attanagliato anche la mia mente fino a non molto tempo fa, che mi ha fatto chiedere <<ma tra 32 e 64 bit, veramente, cosa cambia??>>. Rispondiamo oggi a questa mia e vostra domanda!

Differenza tra 32 e 64 bit nei processori

Consideriamo due processori. Uno 32 e l’altro 64 bit. Queste differenze in bit esprimono la “larghezza” della dimensione di una variabile all’interno dell’architettura del processore.

La dimensione è correlata anche alla”larghezza” dei registri interni del microprocessore e persino delle dimensioni del bus dati (connessioni elettriche per il trasporto dati, utilizzate da qualsiasi componente del PC) e del bus indirizzi (connessioni elettriche che dicono al processore dove andare a scrivere dati) maggiori, in linea generale, rispetto ad un 32 bit.

Riassumendo, un processore a 64 bit è, in linea di massa, più performante di uno a 32 bit. Tuttavia, se non avete software adatto a sfruttarlo (codice ottimizzato per i 64 bit, sistema operativo a 64 bit) non noterete alcuna differenza.

ram blender
Le possibili combinazioni di esecuzione RAM per il programma di modellazione 3D gratuito Blender. In alcuni casi, l’app non può nemmeno avviarsi.

Differenza tra 32 e 64 bit nei sistemi operativi

La prima differenza che si nota tra queste due architetture nei SO è la quantità di RAM utilizzabile:

Windows 7 Home Basic: 8 GB
Windows 7 Home Premium: 16 GB
Windows 7 Professional: 192 GB
Windows 7 Enterprise / Ultimate: 192 GB

se avete 16 GB di RAM, lasciate perdere la versione Home Basic.

la seconda, che riguarda sia il processore che il sistema, si basa proprio sulla velocità delle applicazioni utilizzate. Un processore a 64 bit (con conseguente, se configurate bene, sistema a 64 bit) può eseguire le operazioni molto più velocemente, in linea teorica, anche del doppio (ma la pratica ci insegna che al massimo la differenza può arrivare al 20%).

Piccolo confronto differenziale!

Di seguito, vi riporto alcuni test svolti tra le 2 architetture, che evidenziano come, il 64 bit, sia comunque meglio:

Come fa un sistema a 64 bit a supportare app a 32 bit?

Questa nota di merito va direttamente ai sistemi operativi. In particolare, Windows integra WOW64 (Windows On Windows 64bit) un sottosistema che permette l’esecuzione, senza problemi, di software 32bit su SO a 64bit.

In definitiva: meglio 32 o 64?

Tutta una questione di esigenze. Se avete oltre 8 GB di RAM, non potete fare altro che optare per i 64.

Se siete dei professionisti ed usate applicazioni molto pesanti e complesse (Blender, Maya ecc.) optate per i 64 bit.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Driver Linux NVIDIA 415.22.01 rilasciati, diversi i fix

Ancora driver per Linux da parte della californiana NVIDIA, che stavolta porta una nuova edizione …