6 Miti Sui PC a Cui Non Dovreste Credere!

Ci sono purtroppo, soprattutto su chi non ha esperienza nel montare computer, tanti miti in cui si crede, tante pratiche sbagliate che….abbiamo commesso o pensato (o entrambi) tutti all’inizio, me compreso.

Più RAM, più veloce: questo è il mito più comune tra gli utenti meno esperti. Purtroppo, la RAM non ha nulla a che fare con la rapidità di un PC, tranne nel raro caso in cui ne abbiate così poca da castrare le operazioni del sistema operativo (4GB), e sono anni che nessun PC ne monta così poca.

Il processore più veloce è quello con più Gigahertz: altro enorme mito da sfatare. No, non funziona così. E’ vero, avere una frequenza più alta significa poter compiere più operazioni nello stesso arco di tempo, ma se il vostro processore, a 4Ghz, ne compie molte meno di un altro, aumentare il clock serve solo a farlo scaldare di più.

Avere un alimentare da 1000W ne fa arrivare 1000 al PC: assolutamente no. Al vostro PC arrivano solo i watt che il vostro PC richiede, indipendentemente dal wattaggio del vostro alimentatore

Formattare l’Hard Disk elimina tutti i dati all’interno: No. La formattazione, perlomeno quella fatta tramite click destro formatta, che si fa velocemente da qualsiasi PC, non distrugge realmente i dati, semplicemente fa credere all’Hard Disk che questi non siano realmente presenti. L’unico modo per eliminarli completamente è utilizzare programmi specifici che vadano a riscrivere ogni singolo settore del disco, ed è un operazione molto, molto lunga (può impiegare giorni).

Gli SSD vivono meno degli Hard Disk: Ni. E’ vero che gli SSD, che hanno memorie flash, hanno in linea teorica una durata di quantità di dati scritti e letti inferiore agli Hard Disk (che è comunque assolutamente enorme e difficilmente raggiungibile in anni), ma è anche vero che sono molto più resistenti degli Hard Disk. Infatti non hanno parti meccaniche all’interno i magneti non danneggiano dati all’interno e se li lanciate per terra, beh, sopravvivono, al contrario degli HDD. Quindi, in conclusione, durano decisamente di più.

Fare Overclock diminuisce la vita dei componenti: Altro Ni. L’overclock consiste nell’aumentare la frequenza dei componenti del PC, ciò significa farli lavorare fuori dal range di frequenza per cui sono stati largamente testati dal produttore. Di per sé, l’overclock, non danneggia i componenti, ma a lungo andare può ridurne leggermente la vita a causa di fenomeni come l’elettromigrazione, che si verifica specialmente se le temperature si alzano troppo. Quindi no, l’OC non uccide i componenti tranne se non riuscite a controllare le temperature, ma può comunque ridurne un po’ la vita (10 anni? 9-8).

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.