Come eliminare la sporcizia da PC, monitor e tastiera

Vi siete mai chiesti quanta sporcizia si accumuli sulle console di gaming e sui dispositivi che siete soliti utilizzare tutti i giorni per le vostre avventure virtuali? Ebbene, ormai non ci sono più grandi dubbi e probabilmente rimarreste impressionati nel sapere quanti batteri sono presenti nella vostra Playstation, per non parlare del PC e della tastiera che sono dei veri e propri ricettacoli di sporcizia! D’altronde non c’è molto di cui stupirsi: le console sono oggetti ai quali spesso e volentieri non si presta una grande attenzione in termini di pulizia, ma se ci pensate bene si utilizzano così di frequente che è del tutto normale accumulino germi, batteri, polvere e quant’altro!

Quali sono però le console di gioco più sporche in assoluto? In che modo pulirle senza rischiare di fare danni? Ecco alcuni trick.

PC e Playstation sono le console più sporche

Tra le console di gaming maggiormente utilizzate, la Playstation spicca in quanto ad accumulo medio di sporcizia. Da alcuni test a campione effettuati di recente è infatti emerso che è proprio questa la meno pulita, mentre Xbox e Nintendo Switch si possono ancora considerare accettabili in quanto a capacità di catturare batteri e germi. Probabilmente, ciò è dovuto al materiale utilizzato: se infatti è vero che di plastica parliamo in tutti i casi, la tipologia specifica e la texture possono fare la differenza da questo punto di vista.

Quando parliamo di gaming tuttavia non possiamo escludere completamente un’altra “console” che viene utilizzata ancora ampiamente: il PC. Questo non è solo il dispositivo principe per giocare ai videogames tradizionali o ai casinò online, ma anche per inviare mail, leggere notizie, lavorare, chattare sui social network ed è quindi normale che in tantissimi trascorrano ore ed ore davanti al monitor. Ebbene, proprio il PC, non a caso, è la console più sporca in assoluto: un ricettacolo di batteri che non si può paragonare nemmeno lontanamente, in quanto a pulizia, a Playstation, Xbox e Nintendo Switch.

Come pulire il PC senza rischiare di fare danni

Come pulire il PC e tutti i suoi componenti (monitor e tastiera) dunque? Innanzitutto conviene prestare attenzione, perché altrimenti si rischia di danneggiare qualcosa e non sarebbe certamente simpatico. Il segreto per non correre alcun pericolo è quello di procurarsi un detergente specifico per monitor, che si può utilizzare sia per pulire lo schermo in pochi secondi che per gli altri componenti come la tastiera. Attenzione però a quest’ultima, perché anche una sola goccia potrebbe danneggiarla ed è dunque importante essere molto cauti, utilizzando piccolissime quantità di prodotto.

Il vero problema però è proprio quello di eliminare la polvere e le impurità che tendono ad accumularsi al di sotto dei tasti e che sembrano impossibili da rimuovere. In tal caso, conviene utilizzare un aspirabriciole impostandolo però alla potenza minima per evitare che eserciti una pressione eccessiva sui punti di contatto del PC. In alternativa si può usare anche un cotton fioc, ma il risultato non sarà perfetto perché alcuni punti rimarranno comunque irraggiungibili. L’importante comunque rimane non bagnare la parte sottostante i tasti!

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Fable TLC: Configurazione Xpadder aggiornata!

Partiamo da una storiella, tratta dalla vita reale (forse): c’era un ragazzo, che un tempo …