Home / Google / Google Fuschsia: il nuovo OS di Google sta arrivando

Google Fuschsia: il nuovo OS di Google sta arrivando

Così come tutte le più grandi aziende, anche Google sta iniziando un proprio processo di espansione, che sembra non volersi proprio porre limiti. La grande G dispone già di numerosi OS e numerosi adattamenti degli stessi, che hanno permesso e continuano a permettere una colonizzazione digitale su scala globale nel mondo dell’informatica (Android, “Brillo” per l’internet delle cose, Chrome OS per PC ecc.). Tuttavia, questa esperienza utente non è unificata.

Google è quindi al lavoro su un sistema operativo che riesca a riunire in sé, probabilmente (Google non ha spiegato le proprie intenzioni a riguardo, quindi prendetela puramente come una ipotesi personale), tutti i sistemi operativi fin’ora creati grazie a Google Fuschsia.

Su cos’è basato? Che affinità ha con Android e gli altri OS?

La base è un microkernel di nome Magenta (non Linux), che a sua volta è basato sul progetto LittleKernel sviluppato in origine per l’internet delle cose come Brillo. L’OS non ha quindi affinità dirette né con Android, né con Linux, anche se all’interno possono esserci alcuni componenti simili.

logo google

Pink + Purple == Fuchsia (a new Operating System)

Questo il “motto” del sistema operativo, che così viene presentato sulla pagina ufficiale di GitHub. Per quanto riguarda le tempistiche di sviluppo, non sono note, tuttavia sembra che l’OS, o una versione molto precoce di esso, sia stato testato dapprima su un PC Intel NUC e successivamente su un Acer Switch Alpha 12. Sembra inoltre che presto verrà provato su Rasbperry Pi 3. C’è da vedere come si evolveranno le cose (piccola chicca: l’OS è estremamente leggero. Un’adozione su smartphone potrebbe essere anche annunciata, con risultati entusiasmanti).

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Da Fedora 32 in poi potreste aver bisogno di CPU AVX512 per farla funzionare!

Gli sviluppatori di Linux Fedora, come al solito, sono alle prese con un’altra delle loro …