Diamo una mano a risolvere il problema!

*GUIDA* Come combattere il Coronavirus (COVID-19) coi computer!

Visto che è l’argomento del momento, mi sembra giusto parlarne, anche perché grazie a questo articolo potremmo letteralmente salvarci la pelle (perlomeno, qualche speranza c’è). Parliamo di Coronavirus, chiamato anche COVID-19 (visto che di “Coronavirus” esistono tante versioni, decisamente meno pericolose). Esiste un modo per combattere il Coronavirus senza avere la minima conoscenza scientifica e, fortunatamente, è qualcosa alla portata di (quasi) tutti.

Come combattere il COVID-19!

Esistono diversi progetti (che io sappia, attualmente 2) per combattere il Coronavirus e no, non si tratta del classico “lavati le mani con l’amuchina o col disinfettante al Cloro/alcool 60%”. No. Non si tratta nemmeno di indossare una mascherina, sia essa di tipo FFP1, FFP2 o FFP3 (e, per inciso, le FFP1 non vi servono assolutamente a nulla). Esiste un metodo che non richiede nessuna conoscenza, se non quella di saper accendere un computer/telefono e saper installare un programma/app.

Potete infatti, grazie alla potenza di calcolo inutilizzata dei vostri dispositivi informatici (PC, laptop, smartphone, tablet, qualsiasi cosa su cui ci giri Linux, Windows o Mac OS) dare una mano per combattere il Coronavirus. Esistono infatti alcuni progetti come Folding@Home e Rosetta@home che permettono di effettuare alcuni calcoli automatici relativi al funzionamento di questo nuovo e pericoloso virus, come la sua struttura, i meccanismi di funzionamento e molto altro di molto specifico che non so onestamente spiegarvi.

Si, ok. Ma come do una mano?

Facile. Vi spiego i passaggi.

NOTA: I progetti che vi citerò offrono, in alcune WU (Work Unit/lavori) roba per il Coronavirus COVID-19. Purtroppo non vi sarà possibile scegliere quale lavoro calcolare, è tutto automatico ed abbastanza casuale (collaborano milioni di persone), quindi potreste come non potreste ricevere lavori per aiutare contro il Coronavirus.

Metodo con Rosetta@Home:

  • Scaricate BOINC (sul telefono, sul PC o su entrambi) da qui;
  • Installatelo ed apritelo;
  • Connettetevi al progetto Rosetta e create un account;
  • Lasciate che il dispositivo riceva i lavori e che li elabori 🙂
  • [Punto extra] Potete impostare quante risorse dare al progetto (quanti core/thread, per quanto tempo ecc.) e quando farlo lavorare dalle impostazioni del programma.

Metodo con Folding@Home

  • Scaricate Folding@home da qui sul PC;
  • Installatelo ed apritelo;
  • Configuratelo (scegliete quante risorse dare ecc.) e lasciatelo lavorare :D. In questo caso, potrete scegliere che ricerca elaborare. Noterete che non è presente la voce Coronavirus, ma per ricevere lavori in quel campo, vi basterà selezionare Any Disease per ricevere qualche lavoro in merito al COVID-19 (al solito, potreste riceverne altri misti).
Il grafico che dovremmo vedere (ma che non vediamo!)

Metodo con World Community Grid

Di recente, IBM ha aperto le porte al progetto OpenPandemics, che attualmente concentra le proprie forze sulla ricerca di cure per il COVID-19 (e possibili virus futuri correlati/mutazioni).

Per contribuire:

  • Scaricate BOINC (sul telefono, sul PC o su entrambi) da qui;
  • Installatelo ed apritelo;
  • Connettetevi al progetto World Community Grid e create un account;
  • Nella sezione MyProjects (qui), impostate solo OpenPandemics COVID-19 (altre info sul progetto qui);
  • Lasciate che il dispositivo riceva i lavori e che li elabori 🙂
OpenPandemics al lavoro!

Che dire, contribuite!

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Alpine Linux 3.12.0 porta il supporto al linguaggio di programmazione D!

Per la serie “notizie originali”, oggi vi porto la notizia del rilascio di una nuova …