Home / Linux / Torvalds all’OSS: “Non sono più un programmatore”! (speciale intervista)
Ma quant'è spensierato? Sorrisone.

Torvalds all’OSS: “Non sono più un programmatore”! (speciale intervista)

Partiamo con una notizia fresca fresca e parecchio interessante. All’Open-Source Summit Europe, spesso abbreviato nella sua forma acronimata, OSS (altre info sull’evento qui), tenutosi in Francia a Lione, Linus Torvalds ha avuto una discussione pubblica con un amico, Dirk Hohndel, il  Chief Open Source Officer di VMware (una famosa società sussidiaria di Dell, specializzata nelle macchine virtuali).

Durante il discorso, Torvalds dice di non essere più un programmatore, quindi l’amico gli chiede cosa facesse la persona che tutti pensano programmi, al posto di programmare, e Linus risponde così:

Non sono più un programmatore. La maggior parte del codice che scrivo è nelle mie e-mail. Quindi qualcuno mi manda una patch … io [rispondo con] pseudo codice. Sono così abituato a modificare le patch che a volte le modifico e le invio senza averle mai testate. L’ho letteralmente scritto per posta e ho detto “Penso sia così che dovrebbe essere fatto”, ma è questo che faccio, non sono un programmatore.

Qui Dirk chiede “Qual’è il tuo lavoro?“. Torvalds risponde:

Leggo e scrivo molte e-mail. Il mio lavoro, alla fine, è dire “no”. Qualcuno deve dire “no” a [questa patch o pull request]. E dato che gli sviluppatori sanno che se fanno qualcosa e dirò “no”, fanno un lavoro migliore nello scrivere il codice. A volte, i cambiamenti del codice sono così ovvi che non è richiesto nessun messaggio, ma è abbastanza raro. Per far si che il codice passi più velocemente, spiega cosa quest’ultimo fa e perché sono richieste alcune modifiche, perché questo aiuta il lato manageriale dell’equazione, dove se sai spiegare il tuo codice a me, mi fiderò del codice.

Semplificando quindi, Torvalds è un code manager ed un mantainer (utilizzo questi specifici termini inglesi perché li preferisco infinitamente rispetto alle versioni italiane), non uno sviluppatore. Torvalds:

Vedo uno dei miei obiettivi principali essere molto reattivo quando le persone mi inviano patch. Voglio essere come, dico si o no entro un giorno o due. Durante un merge, il giorno o due potrebbero durare in una settimana, ma voglio essere sempre presente come manutentore.

Torvalds, alla creazione della prima release del Kernel Linux.

Dirk: Questo è ciò che un code mainteiner dovrebbe fare.

Torvalds: Penso che sia una delle cose principali che vuoi fare è essere reattivo in modo tale che le persone che inviano il codice, sia come patch sia come richieste, sentano che il loro lavoro è – magari non apprezzato perché a volte non lo è – ma a almeno ricevono feedback.

Dirk: Questo non suona come un lavoro molto divertente. La tua autobiografia era intitolata “Just for Fun”.

Torvalds: Per molti aspetti, lo sviluppo è diventato molto più semplice. … Abbiamo strumenti molto migliori, e abbiamo una documentazione molto migliore, abbiamo molta più comunità in cui le persone sentono che fa parte del loro lavoro e questa è la parte principale del loro lavoro per aiutare le nuove persone a entrare.

Tuttavia Linus ammette:

Ciò che forse non è molto divertente è che dobbiamo avere un sacco di regole in atto. Ai tempi era molto più a ruota libera e c’erano più battute e si potevano provare cose. C’è molta serietà, ma il motivo per cui lo sto ancora facendo, è perché è la cosa giusta. Quindi si, posso dedicare la maggior parte del mio tempo a leggere e-mail, ma parte del motivo per cui lo faccio è perché [altrimenti] sarei davvero annoiato.

Torvalds ammette inoltre di essere felice di ciò che fa per il mondo Linux, ma ammette anche di non essere certo riguardo alle sue capacità in proposito.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Ubuntu 20.04 LTS continua a rimuovere Python 2

Linux Ubuntu è seriamente intenzionato a rimuovere i propri pacchetti Python 2 dal proprio sistema …