Home / Recensioni e Unboxing / Xiaomi Mi Pad: la mia recensione completa (by TuxNews.it)

Xiaomi Mi Pad: la mia recensione completa (by TuxNews.it)

Mia antica recensione che ripropongo per coloro che l’avevano completamente dimenticata. Godetevela 😉

Xiaomi produce da anni ormai prodotti di ottima manifattura, ricordiamo ancora il Mi Wi-Fi Mini Router che ho recensito e testato tempo fa. Ma oggi è il turno di un prodotto adibito ad uno scopo diverso dal networking, ovvero il controller Bluetooth Xiaomi MiPad. Vediamolo insieme in tutti i suoi particolari 🙂

1. Contenuto della confezione

All’interno della semplice confezione del controller, troverete semplicemente il controller, un piccolo manuale d’uso in Cinese di colore nero con lo schema dei comandi del controller con due codici QR e due batterie AA di qualità incluse. Nulla di speciale, ma tutto ben disposto, come il manuale d’uso che, per quanto poco utile possa essere a causa della lingua usata, è stato disposto tra due fessure di cartone create appositamente all’interno del cartone per tenerlo alto e fermo. Non mi aspettavo una tale attenzione 🙂

2. Design

Il controller, come dirò anche nel corso della video recensione, assume le fattezze miste tra un gamepad di PS4 (con le forme allungate e rialzate dei trigger) e di XBOX 360/One (con i suoi analogici disposti uno sopra e l’altro sotto).

materiali plastici di ottima qualità, con piccoli elementi in gomma anch’essi d’ottima fattura rendono il controller un oggetto davvero piacevole da tenere in mano e da vedere.  Il pulsante centrale è lucido e ben rifinito, e basta premerlo due volte velocemente per farlo collegare ad un dispositivo bluetooth:

logo-mipad

e, oltre ad avere il logo “Mi” nel mezzo e a servire come pulsante d’accensione/spegnimento/home, una volta accesso viene retroilluminato da un preciso anello bianco ai bordi e da un Mi rinvigorito:

led-mipad

un pulsante che, come ho amato fin da subito io, sicuramente amerete anche voi. Molto semplice, molto ben rifinito, molto piacevole in tutti i sensi. Ai lati troviamo, a sinistra, il pulsante Indietro e a destra il pulsante Menù, immancabili sui controller odierni.

3. Pulsanti, analogici, trigger

Parlando un po’ genericamente dei tasti presenti sul MiPad, il controller ha dei tasti (nel senso generico di tasti, quindi tutti i pulsanti) molto solidi e ben costruiti:

pulsanti-mipad

non si infossano come accadeva alcuni anni fa per certi controller scadenti, sono ben posizionati e restituiscono una sensazione di solido al tocco. Gli analogici hanno degli elementi in gomma in superficie molto gradevole e che tiene bene il grip:

analogico-mipad

inoltre, le asticelle degli analogici non sono state fatte troppo sottili, magari durante una sfrenata partita ad Halo (capitava a volte di romperle sempre su joystic scadenti..). Il D-PAD è anch’esso ben saldo e piacevole da usare, molto semplice e adatto allo scopo:

pad-mipad

i trigger, come detto prima, somigliano molto a quelli adottati da Sony nelle sue Playstation, e non sono molti profondi da premere, tuttavia non deludono neanche loro. Nel mio sample c’era un leggerissimo mal-posizionamento del trigger sinistro (L2) ma probabilmente è solo un caso isolato dato che il destro era perfetto:

grilletti-mipad

4. Specifiche tecniche

Parte fondamentale del controller, ve la espongo in maniera completa:

  • Bluetooth 3.0 (non retrocompatibile, compatibile anche col 4.0 in poi);
  • Sensore G (accelerometro) a tre assi di Bosch, per controllare il l’inclinazione inclinando il controller;
  • Due motori per la vibrazione: quello a sinistra calibrato leggero, a destra pesante (regolabile dalle impostazioni);
  • Bottoni, analogici, trigger testati migliaia di volte per controllarne il corretto funzionamento nel tempo;
  • 2 Batterie AA incluse;
  • Compatibile con smartphone/tablet Android, PC, TV con Bluetooth.

vano-batterie-mipad

5. Compatibilità, esperienza personale

Una parte su cui sono stato scettico fin dall’inizio è stata la compatibilità. E avevo anche ragione. Abbiamo testato il controller su quattro smartphone diversi, un tab e un PC. Sugli smartphone, Umi X3, Sony Ericsson Xperia Mini, Brondi Luxury 3, Meizu MX3, ha funzionato solo sul Sony e sul Meizu, sul tablet (un Acer Icona A-810) ha funzionato alla perfezione e sul PC no, avendo Bluetooth 2.0. Su PC recenti dovrebbe funzionare.

xiaomi-mi-pad-tablet

La cosa però triste, sta nella compatibilità coi giochi più che con il telefono: i giochi Android con al loro interno configurazioni per controller sono davvero pochi.

7. Prezzo, disponibilità

Potete acquistare lo Xiaomi Mi Pad Bluetooth controller sui vari siti di e-commerce al prezzo di circa 22€

Xiaomi Mi Pad

Scatolo ed accessori - 55%
Design - 70%
Ergonomicità - 90%
Qualità/Prezzo - 83%

75%

Un controller che riunisce sotto il medesimo tetto le caratteristiche più apprezzate dei Joypad delle due principali creatrici di console (Microsoft e Sony), mantenendo però un prezzo decisamente abbordabile.

User Rating: Be the first one !

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Converti, modifica, elabora video (4K), registra schermo con VideoProc

E visto che siamo in periodo di recensioni, oggi vediamo insieme VideoProc, un programma creato …