In Matrix il codice scorreva in un formato simile al binario.

Mio antico articolo revisionato per offrirvi la migliore esperienza possibile. Fate un piccolo viaggio all’interno dei file binari!

Sapete bene che per installare un programma su Ubuntu avete principalmente due opzioni: o lo installate dal software Center, oppure dal terminale. Ma c’è anche una terza via: il download del file dalla Rete. Di norma il pacchetto di installazione ha estensione .deb per Debian e derivate (come Ubuntu, quindi la guida va bene anche per Debian) ma a volte capita di imbattersi in un…….bin! Vediamo come installarlo.

Partiamo dall’inizio: cos’è un .bin?

I file .bin sono file binari che possono praticamente contenere qualsiasi tipo di codice. Diciamo che, per semplificarci la vita, è un tipo di file che contiene al suo interno qualsiasi tipo di informazione in diverse codifiche, che generalmente viene creato dallo sviluppatore per semplificarsi la vita.

file-binario
Esempio di file binario “aperto”.

Come installo un file binario su Debian e derivate?

Semplice. Aprite un terminale, recatevi nella cartella in cui è contenuto il file .bin che volete installare e digitate:

sudo chmod +x nomefile.bin (per dargli i permessi necessari, oppure semplicemente accedete come ROOT)

e subito dopo:

./nomefile.bin

partirà l’installazione da riga di comando. Semplice, vero? Sempre qui per altri consigli 😀