Ultimamente, soprattutto tra coloro che hanno acquistato o vogliono acquistare uno smartphone di provenienza estera, magari un cinafonino, si chiedono se ci siano o se ci saranno problemi ad utilizzare uno smartphone Android senza la famosa Banda 20.

Ma faccio un po’ di chiarezza: cos’è la banda 20? Cosa indica? cosa succede se non è presente? in Italia che bande utilizzano gli operatori telefonici più famosi?

Cos’è la banda 20?

Dovete sapere che, ogni volta che con la scheda telefonica (la scheda SIM) non vi trovate in modalità Aereo, siete connessi a delle onde radio divise in frequenze e a loro volta in Bande. La banda 20 corrisponde alla frequenza degli 800 MHz per la velocità di connessione LTE (quindi 4G) in Italia.

Nel nostro paese, questa banda è utilizzata da Vodafone, TIM e Wind. Questa particolare frequenza, riesce più facilmente, per ragioni tecniche, a penetrare edifici e muri e riesce anche a coprire distanze maggiori, quindi ha una certa utilità se vi trovate in qualche sperduto paesino di montagna o se siete molto lontani da una antenna del vostro operatore di fiducia (o anche in posti con una alta densità abitativa, con molti edifici).

Esistono (ovviamente e FORTUNATAMENTE) anche altre bande, che ora vedremo insieme.

Banda da 1800 MHz

La banda da 1800 MHz (banda 3) è utilizzata in Italia da Vodafone, TIM e 3. È una frequenza decisamente più elevata di quella della banda 20 e questo gli permette di garantire velocità superiori, ma anche copertura minore.

Banda da 2600 MHz

Infine la banda da 2600 MHz (banda 7) è quella che può garantire le massime velocità, ma anche copertura inferiore. Per coprire a grande velocità un’area con antenne da 2600 MHz è necessario installarne un numero maggiore. Questa banda è utilizzata da tutti gli operatori italiani.

Frequenze LTE Wind

In Italia Wind ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati 3 Italia può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20 e 150 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di Wind sono: Green Inc. e PosteMobile.

Frequenze LTE TIM

In Italia TIM ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati TIM può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20, 150 Mbit/s sulla banda 3 e 112,5 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di TIM sono: BT Mobile e Tiscali Mobile.

Frequenze LTE Vodafone

In Italia Vodafone (come TIM) ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati Vodafone può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20, 150 Mbit/s sulla banda 3 e 112,5 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di Vodafone sono: 1Mobile, Daily Telecom, ERG Mobile, Lycamobile e PosteMobile.

Frequenze LTE 3 Italia

In Italia 3 ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati 3 Italia può raggiungere 112,5 Mbit/s sulla banda 3 e 75 Mbit/s sulla banda 7. Un altro operatore italiano che sfrutta le bande di 3 Italia è Fastweb.

Frequenze LTE Wind3

In Italia l’operatore Wind3 ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

Frequenze LTE Free Mobile / Iliad

In Italia Free Mobile ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

Comprare uno smartphone senza banda 20 è un problema?

Fondamentalmente, gli unici problemi potreste averli se abitate in paesini sperduti o in citta ad alta densità popolativa. Problemi che sono sempre molto relativi, considerando che al massimo non potrete andare sempre in 4G, ma avrete comunque a disposizione il 3G a piena potenza sempre e comunque.