Home / News / La Borsa diventa smart grazie al ricorso alle moderne tecnologie

La Borsa diventa smart grazie al ricorso alle moderne tecnologie

Un mondo che sta diventando sempre più smart, nel senso di rapido e di facile accesso, grazie soprattutto alla proliferazione di strumenti multimediali che consentono di controllare tutto il percorso dell’investimento in modo facilitato.
Si parla di Borsa e quindi del mercato delle azioni, uno degli asset più amati ed utilizzati da sempre dagli utenti. Solo che prima lo facevano sfruttando le consulenze di intermediari o banche, ora è possibile provare a fare tutto in totale autonomia. Grazie, per l’appunto, ai tanti strumenti multimediali presenti in rete.

La Borsa e il web

Da qualche anno si sente parlare in modo sempre più deciso di trading online, uno strumento che ha dotato gli utenti di ulteriori funzioni parlando di finanza ed investimenti: in massima sintesi è possibile collegarsi ad una qualsiasi piattaforma tra le tante presenti in rete e, dopo essersi registrati, investire sull’asset scelto direttamente da pc o da smarpthone.
Negli ultimi periodi anche il mondo della Borsa si è aperto alla modalità online con il risultato che oggi è possibile investire utilizzando la rete. Si parla di investire in Borsa utilizzando broker online e quindi con un approccio il più possibile facilitato. Anche perché a corollario di questa nuova modalità sono cresciuti una serie di strumenti affini per supportare il trader alle prime armi, come ad esempio conti demo, ovvero conti di prova che non utilizzano soldi reali per investire; webinar e percorsi formativi da fruire in rete; simulazioni di investimento nel mercato della Borsa per prendere dimestichezza con lo strumento.

Una nuova generazione di investitori

Tutta una serie di strumenti che sembrerebbe essere nata con un intento ben preciso e chiaro: creare una nuova generazione di investitori che sia in grado di seguire l’intero percorso in totale autonomia, senza quindi dover per forza richiedere il supporto di un consulente esterno, e che vada ad utilizzare i canali multimediali per portare a termine l’investimento.
In sostanza il futuro potrebbe essere di questa matrice, quindi presentare una forte connotazione multimediale anche nel campo degli investimenti. Quanto già si sta sperimentando in diversi settori del mondo della finanza e che, da qualche mese a questa parte, anche gli appassionati di Borsa, coloro i quali puntano al mercato delle azioni le proprie attenzioni, stanno avendo modo di toccare con mano.
Un percorso inevitabile che nei prossimi anni potrà soltanto trovare ulteriori conferme partendo dal fatto che il ricorso alle tecnologie multimediali nella vita di tutti i giorni non accennerà a diminuire, ma anzi dovrebbe continuare a crescere.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

GIMP 2.10.10 rilasciato: multi-threading, supporto HiDPI e molto altro!

Belle notizie per tutti gli amanti della grafica e del fotoritocco (o di chi, come …