POCO F6 vs POCO F6 Pro: Quale scegliere?

Xiaomi, tramite POCO, ha presentato in Italia e nel mondo, in questi giorni, i nuovissimi POCO F6 e POCO F6 Pro.

Ovviamente, è già nata la diatriba su quale sia meglio scegliere, visto che purtroppo sia l’uno che l’altro hanno differenti pregi e difetti. Cerco di chiarirvi le idee.

POCO F6 vs POCO F6 Pro: Quale scegliere?

I due smartphone, i linea teorica, sarebbe dovuti essere così: il più caro avrebbe dovuto offrire TUTTO meglio rispetto al primo. Purtroppo non è così, quindi cerchiamo di capire quale tra i due abbia più senso.

POCO F6

POCO F6 è il “modello base”. Il SoC è uno Snapdragon 8s Gen 3, ed è indubbiamente il più potente e recente tra i due POCO. Si, rispetto allo Snapdragon 8 Gen 2, pecca un pochino sulla GPU, ma nulla di grave (soprattutto considerando che l’8S Gen 3 è molto più potente in single core, oltre che usare set istruzioni aggiornate e core Cortex con architettura più recente).

Vedendo un po’ le recensioni in giro, le fotocamere del POCO F6 non scattano esattamente scatti brillanti, sono abbastanza mediocri. Decisamente non un cameraphone.

Altra cosa molto curiosa, la fotocamera frontale del POCO F6 sembra restituire scatti decisamente migliori di quella del POCO F6 Pro.

Altra side-note: il POCO F6 viene protetto da un vetro Gorilla Glass Victus, il POCO F6 PRO da un Gorilla Glass 5 (quindi meno resistente).

POCO F6 PRO

Con materiali decisamente premium (chassis in metallo, retro molto più curato, camere più eleganti, speaker superiore integrato nella cassa auricolare) e delle camere decisamente superiori (che si fanno sentire TUTTE durante gli scatti, il sensore lighthunter è mostruoso), il POCO F6 Pro dispone di un display migliore (sia in risoluzione che in luminosità, con una luminosità di picco che addirittura arriva a 4000 NITS! Folle) e di una ricarica a 120 Watt (anziché i 90W del classico).

C’è da dire che gli smartphone in plastica siano decisamente migliori nei paesi caldi, ma questo è un dettaglio a parte, dato che entrambi hanno teoricamente un ottimo sistema di dissipazione interno.

In sostanza, è veramente difficile scegliere tra i due, e vi consiglio di farvi i conti in tasca/valutare le vostre personali necessità: vale di più spendere molto di più per l’F6 PRO solo per fare scatti migliori, giocare poco meglio ed avere luminosità extra?

Certo, avrete anche il caricatore a 120W, ma non è poi così diverso dal 90W. A voi i conti!

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

La connessione nascosta tra obesità e disfunzione erettile

Negli ultimi anni, l’obesità e la disfunzione erettile (DE) sono emerse come importanti problemi di …