Home / News / Vini e internet: crescono le enoteche online
Wine.

Vini e internet: crescono le enoteche online

L’acquisto di vini online è un qualcosa di sempre più praticato dai consumatori di tutto il mondo. A testimoniarlo è il report di Nielsen sul commercio elettronico dal quale si apprende come le vendite globali di vino online crescano ad un ritmo quattro volte più forte di quello evidenziato dai canali tradizionali.
In particolare sono stati i vini bianchi, nel corso del periodo preso in esame, a trainare il settore, davanti ai rossi e alle bottiglie di champagne, spumante e prosecco. In parziale controtendenza c’è proprio il nostro Paese che, anche nel corso dell’ultimo anno, ha continuato a preferire le enoteche disseminate sul territorio e i supermercati.

La ricerca di Vinitaly

Un dato, quello riguardante l’Italia, che è stato a sua volta reso noto da Vinitaly tramite un rapporto elaborato dall’istituto Iri sui consumi nella grande distribuzione che fa riferimento al 2017, nel corso del quale gli italiani hanno comprato nei punti vendita della grande distribuzione 648 milioni di litri di prodotto, pari ad un valore di un miliardo e 849mila milioni di euro.
Anche per quanto riguarda la tipologia, i nostri connazionali hanno messo in mostra un comportamento differente preferendo i vini rossi con Chianti, Lambrusco e Montepulciano d’Abruzzo campioni indiscussi di vendita. Per quanto riguarda i bianchi, si sono fatti valere Grillo, Ribolla, Ortrugo, Passerina, Cortese Pecorino e Falanghina.
Le vendite online hanno invece premiato Amarone e Brunello di Montalcino, secondo un focus che è stato realizzato da Tannico per il Consorzio Vini Valpolicella su dati consuntivi relativi al 2017, in base al quale i due vini insieme totalizzerebbero il 27,5% del totale.

Il Bag-in-Box

Va anche sottolineato come nel corso degli ultimi anni il commercio elettronico abbia assistito al boom della vendita del bag-in-box, ovvero della sacca in polietilene ad uso alimentare in cui viene versato il vino prima della commercializzazione.
Un successo sospinto dal fatto che il prodotto finito è in tal modo preservato da germi, luce ed infiltrazioni varie, con la sacca che sarà poi inserita all’interno di un box con rubinetto, dal quale il consumatore versa il vino nel bicchiere.
Modalità di confezionamento che consente agli operatori del settore di tagliare i costi e conservare meglio il vino senza rischi di ossidazione. Anche i produttori hanno approfittato del vantaggio offerto dalla robustezza dei box grazie alla quale i venditori che hanno una enoteca online possono effettuare spedizioni anche a grandi distanze, prima poco convenienti a causa dei ripetuti passaggi di mano delle bottiglie in vetro con i pericoli di rottura che ne scaturivano.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

NVIDIA PhysX 4.1: rilasciata la versione Open-Source!

NVIDIA, poco prima di Natale, ha deciso di rilasciare PhysX 4.0 su GitHub, in maniera …