Home / Linux / Antergos Linux muore: le motivazioni

Antergos Linux muore: le motivazioni

E’ un giorno triste per la comunità Linux, ma ancor più triste per gli utilizzatori di una certa distribuzione Linux basata su Arch Linux: Antergos.

Antergos è ufficialmente morto e non credo tornerà in vita. Nell’annuncio ufficiale, sul sito, si leggono chiare le motivazioni che hanno portato a questo infelice risultato, ovvero la totale assenza di tempo libero per lo sviluppo del sistema.

Da diversi mesi ormai, su Antergos, non arrivavano aggiornamenti e, per gli utilizzatori assidui, la fine era probabilmente prevedibile. Gli sviluppatori si sentono dispiaciuti per l’accaduto, ma sono sicuri di aver compiuto un giusto passo, nel rispetto della community e degli utilizzatori, che sapranno con certezza che le cose (tramite gli sviluppatori principali) non andranno certamente avanti. I developer fanno però sapere che, ovviamente, il codice dell’OS resterà Open-Source online, ed invita futuri sviluppatori a creare le proprie nuove distribuzioni partendo proprio da quello.

Interessanti i dati forniti dagli sviluppatori, che ci informano che dal 2014, ci sono stati oltre 913 mila download unici tramite il sito ufficiale di Antergos. Una cifra astronomica considerando l’enorme numero di distro a disposizione online.

I developer fanno inoltre sapere che gli attuali utenti Antergos non hanno di che preoccuparsi, visto che continueranno a ricevere aggiornamenti direttamente da Arch. Presto verrà inoltre rilasciato un aggiornamento per rimuovere i repository Antergos dal sistema, insieme a diversi pacchetti specifici che non hanno più motivo di esistere all’interno della distribuzione.

Vi ricordo il mio riepilogo completo sull’OS che, anche se morirà, resterà sempre online sul sito:

Antergos

Sia il sito che il forum continueranno ad essere disponibili online fino a quando non sarà chiaro che l’utenza si sarà spostata su di un altro progetto. Tuttavia, non resteranno online per oltre tre mesi.

Gli sviluppatori di Antergos ringraziano tutti gli utenti per il supporto ricevuto durante questi anni di attività. Durante lo sviluppo, i devs hanno imparato diverse cose nuove, diverse skill, ed il progetto ha permesso loro di migliorare le proprie vite professionali.

Vi saranno sempre riconoscenti. Addio, Antergos.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Ubuntu abbandona i 32-bit: dalla 19.10 vi “appendete”

Da tempo diverse distribuzioni hanno seguito lo stesso approccio (per logici motivi) e, adesso, sembra …