Cloud ibrido: cos’è e come si utilizza

La gran parte delle aziende oggi opera utilizzando il cloud. Si tratta di una piattaforma online, che può essere condivisa tra i diversi attori di un’impresa, in modo completo o solo parziale. Usare il cloud consente di avere sempre a disposizione documenti, contratti e programmi gestionali, da qualsiasi posizione nel mondo. È sufficiente infatti avere a disposizione una connessione alla rete internet e le credenziali di accesso al servizio in cloud. Nel corso degli anni questo tipo di offerta si è ampliata, offrendo soluzioni sempre più complete e versatili.

Cos’è il cloud ibrido

Il cloud inizialmente era utilizzato solo in modo esclusivo. Il cloud privato è una sorta di “stanza” all’interno di un servizio di cloud, ad uso esclusivo di una singola azienda. Oggi sempre più spesso si sfruttano cloud ibridi, che uniscono porzioni di cloud privato insieme con porzioni di cloud pubblico. Un esempio pratico è Azure Stack, una soluzione di cloud ibrido che consente di costruire sistemi su misura della singola realtà imprenditoriale. All’interno di un cloud ibrido opera sia l’utilizzatore, sia lo sviluppatore, in una costante opera di miglioramento delle proposte offerte ai propri clienti. In sostanza non solo le attività di gestione aziendale e i software sono disponibili sul cloud, ma si possono rendere fruibili dalla clientela proposte presenti sul cloud.

Ormai tutto gira sulle Nuvole!

Come si usa un cloud ibrido

Sono varie le situazioni in cui l’uso di un cloud ibrido risulta essere la soluzione migliore possibile. Si pensi ad esempio ogni volta in cui i dipendenti sono costretti a lavorare da casa, con i nuovi contratti che prevedono il lavoro agile. Oppure per le grandi realtà, che hanno una singola divisione gestionale che opera per diverse attività produttive o commerciali. Le situazioni reali in cui avere a disposizione sia cloud pubblico che privato sono molteplici. Si tratta infatti di una soluzione che risponde alle richieste di maggiore versatilità, sempre più spesso una caratteristica necessaria per la singola realtà imprenditoriale.

Perché utilizzare il cloud ibrido

I vantaggi offerti dall’utilizzo dei cloud ibridi sono molteplici, infatti oggi sono varie le aziende che offrono sistemi gestionali adatti all’uso all’interno di un cloud di questo genere. Oltre alla possibilità di dare vita a un sistema gestionale su misura della singola realtà, questo tipo di cloud offre varie opportunità, tra cui ad esempio la riduzione dei tempi per gli aggiornamenti dei software delle singole divisioni, o di quelli usati oggi per distribuire applicazioni e applicativi per nuove direttive. Con l’utilizzo del cloud ibrido questo tipo di attività si svolgono in tempi strettissimi, senza doverle ripetere nuovamente per ogni divisione o parte dell’intera società o impresa.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.