Come utilizzare i modelli di storie di Instagram per il tuo marchio

Qualunque sia il tuo brand, essere oggi presente sugli Instagram è sicuramente importante, proprio perché questo social non solo riesce a costruire un effetto di branding molto forte, ma riesce anche ad avere una comunicazione immediata. 

Come in ogni piano di comunicazione e in ogni strategia di branding, la coerenza è sicuramente uno degli elementi fondamentali. Che cosa vuol dire? Che non puoi pubblicare a caso qualunque cosa ti venga in mente ma devi avere un preciso piano editoriale. 

Non basta tutto questo devi addirittura utilizzare dei template di storie Instagram per identificare al meglio visivamente il tuo brand.  Vediamo di approfondire questo discorso.

I modelli di storie: semplici ma efficaci

Se anche non sei  esperto su questo social, Instagram ti mette a disposizione una serie di template, che potrai personalizzare, scegliendo quello che è:

  • il tuo colore preferito
  • il font
  • la grafica

Devi quindi creare un insieme armonico, che rappresenti il tuo brand. 

Studia sempre bene e, magari, chiedi consiglio a chi si occupa di grafica e comunicazione, quale possa essere il font e il colore più adatto in base al tuo business. Un colore e un carattere possono determinare un maggior impatto sui messaggi che pubblichi.

La spontaneità e importanza delle storie su Instagram

Anche se le storie scompaiono dopo 24 ore, a meno che tu non le inserisca in quelli che sono i contenuti in evidenza, devono avere una continuità a livello narrativo e di storytelling, proprio per imprimersi con maggior facilità in una comunicazione sempre più veloce e sempre più d’immagine.

Questa continuità e coerenza, a cui ti stiamo invitando, implica, come abbiamo detto, un primo studio di base su come impostare, anche con la modalità più semplice, il modello adatto a te. Lo sforzo quindi sarà chiesto a livello di studio di modelli solo la prima volta, dopodiché per coerenza adotterai lo stesso seguendo la tua linea narrativa.

La strategia della scelta

Come ti abbiamo anticipato c’è  una vera e propria strategia alla base della scelta di un modello e ci sono delle questioni che ti dovrai porre.

Vediamoli brevemente insieme:

  1. Analizza il core business della tua azienda. Che cosa vuol dire vuol dire? Che in base a quello che è il genere di business che stai proponendo, dovrai improntare dei modelli di stories, che siano coerenti con il tuo pubblico ma  anche col tuo messaggio. Il tuo pubblico non è il mondo:  il tuo pubblico è chi sia potenzialmente interessato a ciò che proponi. Non possono essere tutti.
  1. Una volta che incominci a strutturare graficamente il tuo modello, vedi se è pratico.
  1. La prossima domanda che ti dovrai fare è se il template sia in linea con il tuo brand.

Le Storie sono meno raffinate di quelli che possono essere i post, ma sono sicuramente d’impatto più immediato con i follower. Quello che sostanzialmente tu vuoi raggiungere con  Instagram è la visibilità e creare un rapporto con i tuoi follower.

Qualche app di aiuto

Al di là dei modelli basici che Instagram offre,  in realtà esistono anche delle applicazioni molto complete. Gran parte delle volte con una sezione gratuita, che ti permette quindi non necessariamente di avere un abbonamento a pagamento, aspetto molto importante soprattutto all’inizio. Queste app hanno delle proposte di base con maggiore creatività o comunque diversa rispetto ai modelli basici di Instagram, su cui tu puoi lavorare per una maggiore personalizzazione.

Canva

Una fra queste per esempio è Canva che è un multifunzione online, visto che puoi creare con la stessa app sia i post, sia le Stories, sia tanti altri elementi per il tuoi social quale lo stesso Facebook. Puoi creare una vera e propria immagine coordinata on web. L’utilizzo è estremamente semplice immediato e la parte free è ampia e ricca di elementi con cui strutturare i tuoi modelli.

Adobe Spark

Adobe Spark è un’altra applicazione offerta da Ios quindi devi avere un iPhone per poterla utilizzare o comunque un prodotto Adobe. Riesce a creare veramente milioni di modelli di Stories con una creatività estremamente personalizzata e pochi passaggi.

Unfold

Se lo stile che stai cercando è prettamente minimalista o con qualche tocco glam e fashion,  puoi usare l’app amata dai fashion blog che è Unfold.

Story Art

Non possiamo dimenticarci di Story Art che sia nel nello shop di Google che in quello di Apple è forse la più gettonata. La sua versatilità e la facilità di gestione la rendono sicuramente una app top, per chi anche non avesse una particolare esperienza, ma vuole creare dei modelli di Stories assolutamente di effetto.

Come partire?

Per concludere il suggerimento, quindi, è di creare un modello base che ti aiuterà essere non solo ad essere veloce, pratico ed efficiente ogni volta che dovrai pubblicare una tua Storie, ma anche di essere sempre riconoscibile  con il tuo stile e riuscire a imprimerti nella mente dei tuoi follower. Oggi puoi anche aggiungere il tuo logo nelle stories per avere ancora maggiore notorietà.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.