Home / Linux / Flatpak 1.3.2 permette ora l’uso di File-system FUSE
I Flatpack in un immagine senza senso.

Flatpak 1.3.2 permette ora l’uso di File-system FUSE

La scorsa edizione di Flatpack aveva risolto un problema di sicurezza di una certa gravità, che potete leggere al link seguente:

Flatpack 1.2.4 rilasciato per risolvere un grave problema di sicurezza

ma gli sviluppatori sembrano parecchio attivi ed hanno già portato un nuovo rilascio, che sembra inserire delle novità piuttosto interessanti. Flatpak 1.3.2 porta infatti ora la possibilità di utilizzare file-system FUSE (File-Systems in User-Space) personalizzato, che permette di importare i file nel repository di sistema senza la necessità di effettuare ulteriori operazioni di copia. Ciò però significa che adesso Flatpack dipende da FUSE e richiede anche un utente di nome “Flatpack” per funzionare senza interferenze.

Le altre novità includono anche un nuovo permesso per accedere alle smart cards, vari bugfix e piccole novità che trovate qui.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

GIMP 2.10.10 rilasciato: multi-threading, supporto HiDPI e molto altro!

Belle notizie per tutti gli amanti della grafica e del fotoritocco (o di chi, come …