Spyware nel PC: quali segnali consentono di individuarlo

Con il progredire della tecnologia e dei vari processi di digitalizzazione stanno cambiando anche i sistemi informatici, e tra applicazioni e software all’avanguardia gli sviluppi odierni sono davvero tantissimi. Le declinazioni sono svariate, e a tanti vantaggi corrispondono però una serie di pericoli virtuali e concreti. Infatti, la criminalità ha senz’altro individuato i punti deboli grazie ai quali è possibile riuscire ad hackerare i vari dispositivi elettronici delle persone, così da entrare in possesso dei dati sensibili di ciascuno. Uno dei metodi più diffusi da parte dei malintenzionati consiste nell’inserimento degli spyware, ovvero quei software che infettano di nascosto il computer per reperire informazioni private.

Prima di affrontare il tema della presenza di spyware nei computer, è importante precisare che questa minaccia non riguarda solo i PC ma si estende anche agli smartphone. Infatti, nonostante i software spia per cellulare forniti dai provider specializzati come Endoacustica Europe vengano usati anche per diversi obiettivi in ambito legale, esattamente come su computer anche su smartphone questi malware possono rappresentare una seria minaccia per la nostra privacy e sicurezza se installati, ad esempio, con finalità di furto di password o estremi bancari. La diffusione dei pericoli informatici, da questo punto di vista, è in costante crescita, ma fortunatamente è altrettanto doveroso affermare che gli esperti stanno procedendo a individuare le giuste contromisure. A tal proposito, è bene informarsi su come riconoscere uno spyware nel proprio PC: ecco quali segnali consentono di individuarlo.

I segnali grazie ai quali si può individuare uno spyware nel PC

Il primissimo segnale grazie a cui ci si può accorgere dell’esistenza di uno spyware all’interno del proprio PC è dato dalla lentezza. La macchina apparirà più rallentata del previsto, specialmente in alcuni momenti, ma si dovrà anche prendere nota dei numerosi messaggi pubblicitari che compariranno. Infatti, uno spyware di frequente è pieno di adware, perciò mentre si naviga in rete figurano molteplici pop-up. Un altro segnale d’allarme consiste nell’apparizione di nuove toolbar, nonché motori di ricerca che però non si sono mai effettivamente installati sul computer.

Persino la batteria arriva a consumarsi con una maggior rapidità, e si dovrà ricaricare più e più volte il PC nell’arco di una giornata. Altro fattore preoccupante è dato dalla difficoltà d’accesso a delle piattaforme sicure; spesso, capita di non riuscirci al primo tentativo, mentre al secondo si. Ciò significa che si è entrati in un sito falsificato e che le password inserite sono state comunicate all’hacker di turno. In aggiunta, un ulteriore segnale per accorgersi della presenza di uno spyware nascosto è l’aumento eccessivo nell’impiego dei dati o della rete stessa.

Come rimuovere uno spyware dal PC

Siccome uno spyware può risultare davvero pericoloso, sia per ciò che concerne l’individuazione di informazioni personali (indirizzo, nome e cognome, codice fiscale), sia per il furto d’identità digitale, di password e dei dati dei conti bancari, è necessario procedere con una corretta rimozione. Per tutti coloro che sono in possesso di un PC con sistema operativo Windows – il più diffuso in assoluto – si ha l’opportunità di scaricare e installare un potente programma antivirus. Il suggerimento è di optare per Windows Defender o per AVG, abili non solo nel riuscire a individuare spyware e malware, ma anche nell’eliminare ciascuno di essi in maniera definitiva.

Per attivare uno di questi strumenti virtuali basta cliccare sul pulsante Start e per poi dirigersi sulla voce Opzione analisi completa, così da avviare la scansione. Successivamente, si dovrà impostare il proprio antivirus in modo tale che funzioni costantemente, aggiornando i dati in tempo reale. Inoltre, una volta che si è riusciti a rimuovere uno spyware bisogna svuotare la cache di Internet per eliminare ogni traccia del programma precedentemente installato, cambiando password di ogni account e monitorando la situazione finanziaria, così da individuare eventuali movimenti sospetti.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

multicolored soccer ball on green field

Quote, migliori bomber, statistiche e curiosità sul gran finale del campionato di Serie A 2023 – 2024

Ogni tifoso e appassionato è impegnato a guardare i match di Serie A in tv …

Lascia un commento