DES e smartphone che la riducono

Il Digital Eye Strain (DES), noto anche come Computer Vision Syndrome (CVS), è l’insieme di fastidi oculari e visivi che insorgono a causa dell’utilizzo prolungato dei computer e degli altri dispositivi digitali. Oggi questo problema è più comune che mai in quanto tutti usano almeno uno schermo nella vita quotidiana.

Secondo gli esperti, circa il 50% degli utenti di smartphone e computer soffre di DES. In questo articolo vedremo in che modo i display dei dispositivi digitali possono recare danni alla vista e come fare per limitarli.

Perché gli schermi influenzano negativamente la vista?

Quando guardiamo uno schermo ad alta risoluzione, non solo battiamo di meno le palpebre, ma anche altre risposte al dolore possono diminuire facendo sì che il corpo non segnali che qualcosa non va. Se ciò avviene per lunghi periodi di tempo, può essere dannoso per la salute degli occhi.

In particolare, potresti accusare sintomi quali: mal di testa, visione offuscata, secchezza oculare ma anche dolore al collo e alle spalle. Questi sintomi variano in base al soggetto, al tipo di display, al tempo di fruizione e ad altri fattori.

Cosa fare per evitare i disturbi agli occhi provocati dai display.

Per limitare i problemi alla vista causati dai display ci sono vari modi. Vediamone in breve alcuni.

1- Segui la regola 20/20/20: gli occhi non sono adatti a fissare per tanto tempo qualcosa che si trova a poca distanza dal viso, come uno schermo. Con la regola 20/20/20, concederai ai tuoi occhi una meritata pausa durante l’utilizzo prolungato dello schermo. Fai così: guarda lo schermo per 20 minuti, poi fissa qualcosa a 20 piedi di distanza da te (circa 7 metri), per 20 secondi.

2- Usa degli occhiali con lenti che filtrano la Luce Blu degli schermi. Questa luce ha la capacità di alterare il ritmo biologico di sonno-veglia. Simulando la luce del giorno, infatti, impedisce al corpo di produrre melatonina prima di dormire. È una buona idea smettere di usare lo smartphone a partire da un’ora prima di andare a letto.

3- Riduci la luminosità dello schermo. Meno uno schermo è luminoso, meno i tuoi occhi si stancheranno a osservare. È ancora meglio usare il display in modalità notturna, quindi con colori caldi e, di conseguenza, più rilassanti.

4- Usa schermi ad alta risoluzione e con un’alta frequenza di aggiornamento, almeno 75 Hz. Non solo gli schermi con risoluzioni più elevate appaiono più realistici, ma quando non riesci a vedere i pixel, gli occhi non faticano tanto per dare un senso alle immagini.

5- Usa display progettati per proteggere la vista. Molti produttori di dispositivi forniscono ai loro display dei sistemi ideati proprio per proteggere gli occhi. Questi schermi sono un’ottima scelta, se proprio non si può fare a meno di limitare l’uso dello smartphone.

Qual è il migliore smartphone per gli occhi del momento?

Noi non abbiamo nessun dubbio nel definire il pieghevole Honor Magic VS come il migliore smartphone per quanto riguarda le caratteristiche di protezione della vista. Prima di tutto, l’Honor Magic Vs dispone di una protezione occhi che riduce la quantità di luce blu emessa dallo schermo. Tale sistema può aiutare a proteggere la vista e migliorare la qualità del sonno.

Utilizza, poi, una tecnologia di messa a fuoco dello schermo di nuova generazione che migliora la luminosità dello schermo e contribuisce a ridurre l’affaticamento degli occhi e proteggere la vista. Il display, inoltre, è certificato da TÜV Rheinland, un’organizzazione indipendente che testa e certifica la sicurezza e la qualità dei prodotti. La certificazione TÜV Rheinland garantisce che il dispositivo sia stato testato per ridurre la luce blu e proteggere gli occhi dell’utente.

Conclusioni

Se proprio non puoi fare a meno del cellulare o se lo usi molto per lavoro, seguendo i consigli portati in questo articolo dovresti ridurre di molto i sintomi dell’affaticamento visivo da display. Se hai bisogno di uno smartphone multitasking potente, allora l’HONOR Magia Vs 5g fa al caso tuo.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

round brown wooden end table

6 consigli per rendere più bella la tua casa con pochi soldi

La tua casa è diventata monotona, ma non vuoi imbarcarti in una ristrutturazione ampia e …