God of War: Ragnarok, guida al platino e trofei più difficili da ottenere

God of War: Ragnarok è uno dei videogiochi che ha ottenuto maggiore successo nel 2022 e nel 2023, a seguito della pubblicazione su console di nuova generazione che ha permesso, a tutti gli amanti della saga, di confrontarsi nuovamente con le avventure di Kratos e Atreus. In un gioco notevolmente più importante, per dimensioni e mole di storia raccontata, i videogiocatori hanno avuto modo di affrontare una serie di narrazioni sicuramente spettacolari, tanto nella trama principale quanto nelle immancabili quest secondarie, che permettono anche di approfondire il passato dei protagonisti.

Una delle ricerche sicuramente più realizzate, a proposito di God Of War: Ragnarok, riguarda la guida al platino che porta ad ottenere il trofeo più ambito da parte di un videogiocatore. Ma come fare e quali sono gli achievement più difficili da conseguire? Di seguito, si indicano alcuni passi da realizzare nel dettaglio. Nel caso tu sia interessato ad altri videogiochi, invece, ecco una guida utile che ti aiuta a scegliere i videogiochi più divertenti ed avvincenti.

Quanto è difficile ottenere il platino in God of War: Ragnarok?

Primo interrogativo necessario da considerare, per offrire una risposta a proposito di coloro che si chiedono quanto sia possibile ottenere il trofeo platino in God of War: Ragnarok, riguarda il seguente: quanto è difficile ottenerlo? In realtà, si tratta di uno dei platini più semplici da ottenere, considerando i giochi dello stesso tipo di livello e difficoltà. Il platino di God of War: Ragnarok è stato semplificato rispetto al gioco del 2018, a causa delle polemiche che c’erano state in merito al videogioco nelle sue fasi finali.

Innanzitutto, si tratta di un platino che può essere ottenuto giocando il gioco una sola volta, dunque senza necessità di ripetere l’avventura con una difficoltà superiore o con un limite di tempo. In secondo luogo, la metà dei trofei sarà ottenuta semplicemente con la storia principale e con le missioni secondarie, semplici da sbloccare e da completare per un videogiocatore avanzato. In ultimo, sarà possibile ottenere il platino anche abbassando il livello di difficoltà in “Raccontami una storia”, che permette di affrontare i nemici più difficili in modo molto scorrevole e veloce.

Trofei più difficili da ottenere per il platino in God of War: Ragnarok

Detto questo, dopo aver considerato la semplicità del platino in God of War: Ragnarok, si può proseguire con quelli che sono i trofei più difficili da ottenere all’interno del gioco. Si tratta di trofei assolutamente non impossibili, che potranno essere ottenuti con un po’ di allenamento, con la giusta attrezzatura che sarà ottenuta avanzando man mano nel titolo e, infine, potenziando armi, attacchi e abilità con gli XP che vengono forniti per ogni missione. Uno dei trofei più difficili da ottenere in God of War: Ragnarock è sicuramente quello legato alla sconfitta della nuova Regina delle Valchirie, Gná, che potrà essere affrontata prima o dopo il completamento della storia principale. Quest’ultima è molto più forte di Sigrun, che era stata affrontata nel videogioco del 2018, a causa di pattern di attacco molto vari e potenti, che potrebbero essere insidiosi per coloro che non padroneggiano le skill nel gioco al meglio. La Regina delle Valchirie in questione è molto rapida e potente, sfruttando soprattutto alcuni attacchi in cui bisogna essere velocissimi con la schivata e non c’è possibilità di parare.

Abbassando il livello di difficoltà a Raccontami una storia e inserendo il checkpoint per boss, dal menù Accessibilità delle impostazioni, sarà necessario togliere metà vita a Gná per poi iniziare il combattimento successivo in vantaggio. A questo punto, dotandosi di buona pazienza, attacchi potenti e di una pietra del Berkeser, potrà essere sconfitta con diversi tentativi, ottenendo il relativo trofeo. La Regina delle Valchirie può essere sbloccata nel regno di Muspelheim, a destra rispetto alle prove del crogiolo. Proprio queste ultime costituiscono un altro trofeo difficile, ma divertente, da ottenere: per ottenere tutte le 15 sfide bisognerà superare le prime 6 nei relativi antri, per poi combinare le sfide a due a due per sbloccare 9 sfide supplementari, affrontando boss complicati e spesso molto resistenti, in cui viene affinata la propria possibilità e capacità di sopravvivenza (una delle sfide è sconfiggere 99 nemici).

Completate le sfide del crogiolo sarà possibile ottenere il relativo trofeo. Ultimo tra i trofei più difficili da ottenere in God of War: Ragnarok è quello che porta a sconfiggere il Re dei Berserker. Per farlo, bisognerà dapprima battere i 12 Berserker sparsi tra i regni: questi ultimi saranno attivati con l’elsa trovata nel Tempio del Re a Midgard, dove, al termine delle battaglie, sarà affrontato il Re dei Berserker. Per sconfiggerlo, valgono gli stessi suggerimenti applicati per la Regina delle Valchirie; si consiglia, in ogni caso, di conservare la furia e di attivarla ogni volta che si verrà colpiti dal Bifrost (attacco non schivabile), così da non perdere troppa vita.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

crop people playing cards at table

L’evoluzione dello streaming nei casinò: tendenze attuali e proiezioni future

Lo streaming di casinò dal vivo, offerto da alcuni dei migliori casinò online, rappresenta un …

Lascia un commento