I POCO mi affascinano non poco. Non-poco. Capita?

*GUIDA*: POCO M4 PRO (fleur), SBLOCCO BOOTLOADER E RECOVERY TWRP!

Ok, la battuta iniziale era terribile, però è ottima per spezzare il ghiaccio.

Oggi parliamo di un altro smartphone POCO, la branca XIAOMI che si occupa di fornire i migliori componenti possibili al prezzo più onesto possibile. E ci è sempre riuscita, ammettiamolo.

Scopriamo insieme come effettuare lo sblocco del bootloader e installare l’ottima recovery TWRP sul POCO M4 PRO (fleur), anche chiamato Xiaomi Redmi Note 11s.

1: Procediamo allo sblocco del bootloader del POCO M4 PRO!

Per iniziare con il root e l’installazione della recovery TWRP sul POCO M4 PRO, dobbiamo prima di tutto procedere con lo sblocco del bootloader. Xiaomi richiede che questa operazione sia autorizzata a livello server, richiedendo quindi alcuni giorni. Meglio quindi iniziare quanto prima!

Seguiamo questi passi.

Ricordate: effettuare il ROOT invalida la garanzia, quindi procedete con cautela!

  • Effettuate un backup completo dei dati. Il rischio di perdita è reale!
  • Per abilitare le Opzioni sviluppatore, recatevi nelle impostazioni del dispositivo, scorrete fino a “Informazioni sul telefono” e toccate ripetutamente “Numero build” finché non si attivano le opzioni sviluppatore (generalmente dopo 7 tocchi);
  • Nelle Impostazioni, sotto “Opzioni Sviluppatore“, attivate le voci “Sblocco OEM” e “Debug USB”.

2: Associare l’account Xiaomi al dispositivo (Sì, Xiaomi lo richiede)

Per lo sblocco del bootloader sul POCO M4 Pro, è necessario associare il dispositivo al proprio account Mi. Questa operazione si effettua facilmente tramite le Opzioni sviluppatore, seguendo i passaggi indicati qui di seguito:

  • Assicuratevi di possedere un account Mi. In caso contrario, potete crearne uno sul sito ufficiale.
  • Inserite nel dispositivo la SIM associata all’account Mi creato.
  • Utilizzate la connessione dati del telefono e disconnettetevi dalla Wi-Fi per il prossimo passo.
  • Andate in Impostazioni >> Impostazioni aggiuntive >> Opzioni sviluppatore >> Aggiungi account e dispositivo e accedete con il vostro account.
  • Vi apparirà un messaggio che conferma l’avvenuta associazione dell’account Mi al dispositivo.
  • Procedura completata!

Evitate di tentare l’associazione dell’account più volte per non rischiare il blocco temporaneo da parte di Mi.

3: Procediamo con lo sblocco del bootloader su POCO M4 PRO!

  • Visitare questo sito e seguire le istruzioni per lo sblocco del bootloader.
La pagina principale del sito di sblocco, in lingua inglese.

4: Installiamo ROOT e Recovery su POCO M4 PRO!

Adesso passiamo alla parte più entusiasmante.

  • Scaricate la recovery TWRP da qui;
  • Scaricate il pacchetto SDK platform tools da qui e scompattate il tutto in C–>ADB (creando la cartella ADB se non presente). Per semplicità, rinominate il file della recovery in recovery.img (o, se preferite, in ricotta.img);
  • A questo punto, aprite un terminale nella cartella oppure tenendo premuto SHIFT cliccate con il tasto destro del mouse sulla cartella e selezionate “Apri finestra di comando qui”;
Aprite la finestra di comando (cmd.exe). Esempio generico.
  • Connettete il telefono al PC via USB e, se vi compare la richiesta sullo schermo del telefono, autorizzate il computer;
  • Digitate nel terminale “adb reboot bootloader” per avviare il dispositivo in modalità bootloader;
  • Successivamente, inserite il comando “fastboot devices” per verificare la connessione del dispositivo. Se il codice del dispositivo appare, tutto è pronto per il flash;
  • Infine, digitate “fastboot boot ricotta.img” (sostituendo ricotta col nome della recovery ovviamente) e attendete il completamento del processo.
  • Si avvierà la recovery TWRP. Ora vai su Avanzate > Flash Current TWRP
  • Fatto! La TWRP è installata! Avete finito! 😀
Esempio di recovery TWRP.

Congratulazioni! Ora avete installato la recovery TWRP sul vostro POCO M4 PRO! Da qui, potrete procedere con l’installazione di ROM personalizzate, il backup del sistema o l’installazione del ROOT.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Azione richiesta: la tua app non è conforme alle norme di Google Play – SOLUZIONE!

Da alcune settimane, Google Play Console rompe un po’ i maro…riguardo alle app, informandoci che …