Home / Linux / Mailspring: il client di posta, per Linux, che non ti aspettavi!
Appena lo aprite, così.

Mailspring: il client di posta, per Linux, che non ti aspettavi!

Capita di imbattersi in nuovi programmi nel fantastico mondo Open-Source, dove Linux è quasi sempre pieno protagonista (non dimenticatevi di BSD e di altri OS!). Oggi vi presento un programma per gestire le e-mail in maniera piuttosto comoda: Mailspring. Vediamolo insieme!

Gestire la posta su Linux: un modo semplice!

Con mia grande sorpresa, esistono molti programmi Open-Source ben strutturati per gestire le mail, tra questi, ovviamente, Mozilla Thunderbird. Ma, per chi non lo amasse particolarmente, potrebbe provare Mailspring, un programma presente in versione free ed anche pro, che offre:

  • Posta in arrivo unificata: Mailspring supporta tutti i principali provider di posta elettronica. Quindi, puoi gestire tutti i tuoi account da un’unica interfaccia.
  • Gestione dei contatti: contatti con profili arricchiti contenenti bio, collegamenti sociali, informazioni sulla posizione e altro.
  • Integrazione del calendario: Mailspring controllerà il tuo calendario e ti consentirà di prenotare le riunioni al momento opportuno quando sei libero o invia il programma di disponibilità ad altri.
  • Posticipa: posticipa le e-mail con priorità più basse per gestirle in seguito.
  • Pianificatore: è possibile pianificare l’invio della posta elettronica in un momento opportuno quando la maggior parte delle persone apre le proprie e-mail.
  • Privacy e sicurezza: Mailspring sfrutta la crittografia PGP per garantire privacy e sicurezza.
  • Stampa unione: puoi inviare email personalizzate a un gran numero di persone con un tocco personale, ad es. digiti la posta una volta e Mailspring inserirà il nome di ogni persona dove lo desideri.
  • Modelli di risposta rapida: è possibile creare modelli personalizzati per varie situazioni in modo da poterli modificare e inviare rapidamente le risposte.
  • Analisi e monitoraggio: fornisce funzionalità di analisi e informazioni di monitoraggio, quali: notifica di lettura via e-mail, conteggio dei clic dei collegamenti inviati.
  • Traduttore: supporto di traduzione integrato per varie lingue.
  • Personalizzazione: tutte le cose sopra sono solo cose che vengono fuori dalla scatola. Mailspring è personalizzabile ed estensibile al suo nucleo. Puoi personalizzare il suo aspetto come meglio credi modificando il foglio di stile CSS o estendendo le sue funzionalità con varie estensioni disponibili. O meglio ancora, se conosci JavaScript, puoi persino costruirne uno tu stesso!

il testo vi ha annoiato abbastanza? passiamo alle immagini.

I vari account email inseribili.

interessante notare come lo sviluppatore abbia pensato non poco alla sicurezza, mi spiego meglio: una volta aperto il programma, a parte le carine e veloci spiegazioni a slide (anche se in inglese), troviamo la possibilità di inserire moltissimi tipi di account e-mail. Nel caso di quelli Google, il programma reindirizzerà direttamente alla pagina web di accesso di gmail per ottenerne la chiave di autenticazione piuttosto che accedervi tramite web-browser in app (anche se probabilmente è una novità imposta da Google, ma andiamo avanti).

Mailspring è disponibile sia su Windows, che su MacOS che su Linux (sia in .deb che su snap auto-aggiornato!). Presenta delle funzioni utili ed una interfaccia carina, ma in questi casi ripeto sempre: la comodità di un client e-mail sta tutta nelle esigenze personali dell’utente: a me non fa impazzire, magari a voi si. Fatemi sapere 😉

Scaricatelo da qui!

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

KNOPPIX 8.6 rilasciata: ora basata su Debian “Buster”!

Non parlo della distribuzione KNOPPIX da secoli, anche perché in effetti viene rilasciata ogni morte …