Home / News / Zanshin Tech: la prima arte marziale digitale!

Zanshin Tech: la prima arte marziale digitale!

Alla ricerca di iniziative sul territorio italiano, mi è stato recentemente fatto notare un progetto piuttosto particolare, nonché innovativo. Parliamo infatti di Zanshin Tech che già dal nome è ingegnoso. Avete presente le arti marziali orientali? si? bene, perché adesso potrete partecipare ad un mix tra quelle e le più recenti tecnologie informatiche!

Zanshin: cos’è?

Zanshin è una parola giapponese che indica lo stato di vigilanza controllata e serena che il maestro di arti marziali deve avere prima durante e dopo un aggressione: è uno stato in cui si è coscienti di tutto ciò che ci circonda (pericoli e aggressori inclusi) senza per questo cedere alla paura, all’ira o ad altri sentimenti.

Zanshin Tech è quindi un’arte marziale digitale nata in Italia, con uno scopo molto interessante: educare giovani ed adulti a difendersi dal cyberbullismo, dall’adescamento e da molte altre aggressioni digitali come le truffe online o il cyberstalking, sempre rispettando le Regole del Dojo, la prima delle quali è Non usare ciò che si impara per fare del male.

Il logo di Zanshin Tech!

Come funziona Zanshin Tech? 

Arrivate nel Dojo più vicino a voi e seguite una lezione (tenuta da alcuni maestri) che in genere dura un’ora e mezza a settimana, dove avrete a disposizione ovviamente computer, tavoli e sedie.

Attraverso l’analisi di casi reali e la loro dissezione nelle singole tecniche di attacco utilizzate dall’aggressore, imparerete a riconoscere i meccanismi interni delle orrende pratiche citate in alto, quindi cyberbullismo, adescamento, cyberstalking e molto altro. Inoltre, verranno effettuati approfondimenti sia sull’hardware (come funziona un tablet, un telefono, un computer) che sul software (programmi da utilizzare per tutelarsi, funzionamento dei singoli social network ed altro) in maniera da avere tutte le conoscenze necessarie per non cadere immediatamente vittime dei problemi sopracitati.

In particolare, vedendo un video dedicato a Zanshin, mi è piaciuta molto la procedura di difesa alla base di un possibile attacco esterno: la tecnica del triangolo. Se qualcuno che non conosci ti scrive (o comunque, ti sale il dubbio ci sia qualcosa che non va) ti metti immediatamente in contatto con altre 2 persone e le tieni costantemente aggiornate su ciò che succede. Questo metodo, dal mio punto di vista, è semplicemente geniale, perché un ragazzino di per sé (anche avendo determinate conoscenze su come difendersi) è sempre mentalmente fragile, ma unendone tre (e magari anche chiamando il maestro o i maestri del Dojo) la situazione cambia enormemente, arrivando quasi sicuramente alla prevenzione totale dell’attacco esterno.

Inoltre, ultima ma non meno importante, Zanshin si compone di vari livelli che, invece di una cintura, si compone di un bracciale, che cambia ed avanza di colore in base ai colori dei fili di un cavo di rete (che figata!).

I bracciali di Zanshin Tech. Si noti come si siano mantenuti i classici “gradi” tipici di altre arti marziali: primo livello bianco, ultimo nero.

Hai detto Dojo?

Eh si, perché il progetto è ambizioso e non a caso ha creato dei veri e propri centri d’insegnamento, dei Dojo in Italia, dove poter partecipare a dei corsi di Zanshin Tech. I Dojo disponibili al momento potete trovarli su questa pagina ma, come i creatori di Zanshin Tech tendono a ricordare, anche voi potete diventare dei maestri ed aprire un Dojo (con prerequisiti che mi sono sconosciuti, vi consiglio di contattarli direttamente per altre info in merito).

Vi lascio inoltre un video in merito, che mostra le abilità di diversi ragazzi dopo qualche anno di formazione:

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

NVIDIA PhysX 4.1: rilasciata la versione Open-Source!

NVIDIA, poco prima di Natale, ha deciso di rilasciare PhysX 4.0 su GitHub, in maniera …