KDE Partition Manager 2.2.0 aggiunge il supporto LUKS

KDE Partition Manager, dall’ultimo aggiornamento relativo alla versione 2.1, ne ha fatta di strada, ed oggi ha voluto portare a noi un nuovo rilascio che sembra contenere il supporto a LUKS, l’avanzato metodo di cifratura dei dischi rigidi. Vediamone le novità.

KDE Partition Manager 2.2.0 porta quindi supporto LUKS (Linux Unified Key Setup), portando la possibilità di aprire e chiudere dischi con tale cifratura, aggiunto il supporto al ridimensionamento di questi dischi, aggiunto il clobbering (ovvero la possibilità di rimuovere la firma dell’hard disk) e risolti molti bug generali, alcuni dei quali causanti crash dell’app.

Trovate l’annuncio ufficiale del rilascio (con tutte le novità apportate) a questo indirizzo.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

*GUIDA*: Risolvere “/usr/bin/env: python: No such file or directory” su Ubuntu e derivate!

Una guida utilissima se dovete iniziare a compilare roba su Linux Ubuntu e derivate, servendovi …