Home / Linux / KDE Partition Manager 2.2.0 aggiunge il supporto LUKS

KDE Partition Manager 2.2.0 aggiunge il supporto LUKS

KDE Partition Manager, dall’ultimo aggiornamento relativo alla versione 2.1, ne ha fatta di strada, ed oggi ha voluto portare a noi un nuovo rilascio che sembra contenere il supporto a LUKS, l’avanzato metodo di cifratura dei dischi rigidi. Vediamone le novità.

KDE Partition Manager 2.2.0 porta quindi supporto LUKS (Linux Unified Key Setup), portando la possibilità di aprire e chiudere dischi con tale cifratura, aggiunto il supporto al ridimensionamento di questi dischi, aggiunto il clobbering (ovvero la possibilità di rimuovere la firma dell’hard disk) e risolti molti bug generali, alcuni dei quali causanti crash dell’app.

Trovate l’annuncio ufficiale del rilascio (con tutte le novità apportate) a questo indirizzo.

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.

Guarda anche..

Kernel Linux 5.5 RC7 Rilasciato con leak alle iGPU Intel!

Una settimana fa vi annunciai l’arrivo della sesta Release Candidate del Kernel Linux 5.5 (vi …