Perché, attualmente, conviene scegliere AMD al posto di Intel?

Ok ok, potrò anche sembrare un fanboy, ma al contrario dei tifosi da stadio, vi porto delle motivazioni. Motivazioni che, dati alla mano, dubito possano essere contraddette ( liberi di provarci ;D ).

NOTA: AMD non è l’eroe/ina della situazione. Fosse stata Intel quella stagnante con difficoltà anni fa, AMD avrebbe intrapreso la stessa orrenda strada della casa blu, ovvero prezzi enormi e CPU scadenti.

AMD è una scelta migliore di Intel?

Questa domanda, un due annetti fa, aveva una risposta abbastanza divisa: se giocavi, andavi di Intel, se facevi tutt’altro, AMD.

Ma siamo nel 2020 (quasi 21) ed i Ryzen 3000/4000/5000 sono qui, cambiando totalmente le carte in tavola.

Ora come ora, senza dubbio, conviene andare di AMD, a prescindere dallo scenario d’uso (unica esclusione se fate esports competitivo).

Ma una affermazione richiede dei dati per essere sensata, ed io ve li porto.

  • Prezzi bassi dei processori: la gamma di Ryzen presente è talmente vasta ed economica che a prescindere dallo scenario d’uso, troverete un Ryzen nuovo economico che surclassa la concorrenza, sia esso di corrente o precedente generazione;
  • Prezzi bassi della scheda madre: una madre per AMD, in genere, costa meno di una madre per Intel, a prescindere dal chipset. Ergo, il PC vi costa di meno;
  • Schede madri aggiornabili: se comprate una madre Intel, l’unico salto che potrete fare è quello dalla stessa generazione di CPU, alla….stessa. Le b450 e le x470 (così come le superiori) supportano tutti i Ryzen dai 1000 ai 5000, ovvero 5 generazioni di CPU. Significa che se comprate un sistema Intel, dopo 5 anni dovrete ricomprare tutto; con uno AMD invece vi basta sostituire solo il processore. Devo davvero aggiungere altro?
  • Migliori prestazioni in multi-core: a parità di core/thread, i Ryzen hanno punteggi migliori in multi-core rispetto alla concorrenza, questo probabilmente grazie alla grande scalabilità di Zen sul multi unito agli anni di lavoro dietro ai cosiddetti, da Intel, “core attaccati con la colla insieme”. Crying in 14nm++++
  • Dissipatore incluso che non sembra un corvo morente: il dissipatore incluso nei processori Intel (spesso nemmeno ve lo danno), è probabilmente, oggettivamente parlando, uno dei peggiori dissipatori mai visti sul pianeta, sotto tutti i punti di vista. Non raffredda la CPU, è rumoroso da far paura ed è brutto come la fame. Ed il bello è che li produce Foxconn, che è famosissima per la qualità delle proprie creazioni. Anche provandoci, dubito si possa fare di peggio.
  • Addio predominio nel gioco: a partire da Ryzen 3000, AMD ha non solo superato Intel nelle prestazioni nei giochi, pur avendo clock inferiore, ma ha persino portato il proprio predominio con la serie 5000. Significa che con 140€ (3500x) potete giocare come su un processore da 250-300€ (3600x>);
  • Supporto ECC su qualsiasi Ryzen consumer;
  • Meno falle di sicurezza;
  • Adatti a fare quasi qualsiasi cosa;

Riguardo a: Salvo Cirmi (Tux1)

Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.