[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

Tipo OS: Linux

Debian logoBasata su: Indipendente

Origine: Globale

Architettura: : arm64, armel, armhf, i386, mips,

mipsel, powerpc, ppc64el,s390x, x86_64

Desktop Environment: AfterStep, Awesome,

Blackbox, Cinnamon, Fluxbox,

flwm, FVWM,GNOME, i3, IceWM, ion, JWM,

KDE, LXDE, MATE, Openbox, pekwm,Ratpoison,

Razor-qt, WMaker, XBMC, Xfce,

LXDE, MATE, Openbox, Xfce

Categoria: Desktop, Utente medio, Live

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

La descrizione di Tux1!

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

Debian Linux, creata dal Debian Project (un insieme di persone sparse nel mondo) è una distro Linux composta unicamente da software libero.

Viene chiamata anche Debian GNU/Linux, per precisarne la natura libera voluta da Ian Murdock, il suo fondatore nel lontano 1993. Non ha un tempo di rilascio preciso, ciò avviene solo quando il progetto raggiunge totale stabilità da permetterne un aggiornamento completo e viene preparato in tre differenti versioni: Stable, Testing e Unstable.

Il sistema è disponibile in cinque varianti software (chiamate rami), sviluppate in parallelo:

Stable: comprende tutti quei pacchetti che sono già stati testati diverse volte sugli altri rami e che non subiranno nessuna modifica futura;

Testing: contiene i pacchetti testati sul ramo Unstable che vengono finalmente considerati utilizzabili a causa del basso numero di bug;

Unstable: la versione di sviluppo di Debian, contenente software molto recente e molto poco stabile, con nome in codice Sid (che non cambia mai);

Oldstable: la versione stabile precedente a quella attualmente presente. Viene mantenuta nell’archivio e sui server di Debian fino al rilascio della prossima release, in maniera da restare come ancora di salvezza nel momento del bisogno;

Experimental: non una vera distribuzione, più un vero e proprio container per provare il software più recente.

E’ probabilmente la distro Linux più supportata al mondo ed ha un sistema di gestione del progetto davvero completo e complesso. Su di esso, pilastro del mondo Linux, si basano centinaia di distro, come Ubuntu, Kubuntu ecc.

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

  Link e dintorni di…Debian!

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

Homepage: https://www.debian.org/index.it.html

Forum:         http://forum.debianizzati.org/

Wiki:              https://it.wikipedia.org/wiki/Debian

Screenshot:  —

Download:   https://www.debian.org/CD/

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

ScreenShot!

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

Debian 8.2
Debian 8.2 GNOME.

[divider style=”dotted” top=”20″ bottom=”20″]

CONDIVIDI
Articolo precedenteBridge Linux
Articolo successivoLinux Lite
Un pinguino intraprendente che dopo diversi anni di "servizio" online (e soprattutto delle guide) ha acquisito conoscenze non di poco conto sui settori Android, Linux e Windows. Le mie specialità sono il modding e le review. Nel tempo libero (che è raro trovare) suono il piano, mi diverto effettuando modding e provando distribuzioni Linux, BSD ed altre.